Appunti Sparsi Tra Il Pranzo E La Cena/5

  • Vicks Flu Action, la storia di una precaria che si attacca con le unghie al posto di lavoro. Altrimenti starebbe a casa, si vede che ha una malattia grave, suda ed è gialla; una volta. per una cosa così, ti mettevano in quarantena, oggi alla cassa 5. In realtà, se notate, ha solo i capelli unti e scombinati. Assumendo il farmaco da banco, la frangia acquista un aspetto da due colpi di phon, mentre tutti dovremmo gridare al miracolo per la strabiliante guarigione. In realtà s’è solo lavata, l’abbiamo capito, eh?
  • Papà in ascolto, attenzione, rischio di tre ore soporifere in vista, c’è lo spettacolo dei Gormiti. Come funziona esattamente, pupazzi in gommapiuma o videoproiettore?
  • E’ tornata la pubblicità delle uova di Pasqua Kinder&Ferrero, quella con i bambini che saltano irragionevolmente felici sul telone dei pompieri. Considerando che già gli ultimi di giugno c’è la pubblicità degli zaini e che a metà ottobre i centri commerciali hanno gli addobbi di Natale (senza contare le uscite in edicola del presepe, si parte a settembre) l’aspettavo prima, diciamo intorno al 9 gennaio.
  • I visi al contrario delle Cipster mi turbano. Quando masticano, quando parlano… soprattutto quello con i bigodini sul mento. Non riesco a smettere di fissarlo.
  • Dell’acqua Nestlè Vera non si sopporta nulla. La musica è infelice, viene da un film anni 60 e si intitola "Chitty Chitty Bang Bang", dal rumore del motore di un’auto (tralasciando imbarazzanti significati antecedenti), quindi è pacifico che non c’entri assolutamente nulla, posto che non voglio credere che paragonino il corpo umano a una macchinaccia che non va nè avanti nè indietro. La famiglia indossa delle mutande che inducono all’autoflagellazione, ma il peggio è l’Aquafan di Riccione nell’apparato dirigente della madre adolescente, con giardini e corsi d’acqua nei punti strategici: proverò schifo per sempre per ogni gioco acquatico, mi hanno distrutto perfino l’amore per i tronchi di Gardaland.
Annunci

20 commenti

Archiviato in Appunti Sparsi, Kinder&Ferrero

20 risposte a “Appunti Sparsi Tra Il Pranzo E La Cena/5

  1. lo spettacolo dei gormiti… volevo andare a vederlo per sapere che vaccata fosse, ma purtroppo ho dovuto decidere se vederlo o se venire piantato dalla donna. vorrei vedere se quando avremo bambini non sarò OBBLIGATO a portarli ad un simile spettacolo…

    tripponzio

  2. Mio stimato puntualizzatore matematico, questa possibilità tormenta anche me: musical, pokèmon, giochi di ruolo con carte minacciose.. ma il mio vero incubo personale è la prospettiva di qulche ora faccia a faccia con le Winx.

  3. Jon, c’e’ sempre di peggio, pensa a un tete a tete con le Bratz…

    Aloha StefsTM

  4. Lascia perdere, qua che i Gormiti li conosciamo tutti, sappiamo per certo che il musical dei Gormiti (persone travestite che cantano e ballano) è una buffonata (per fortuna non mi ci son dannato a rimediarne i biglietti)

  5. StefsTM, se dovesse uscire un film sulle Bratz sarebbe la versione urban di Pretty Woman, spero che non succeda mai (ma ho come l’impressione che sia già successo). Un musical su di loro mi piacerebbe invece, vorrei vedere quanta gommapiuma serve per riprodurre le labbra.

  6. utente anonimo

    Tranquilli, che per quando i nostri figli saranno grandi abbastanza, ci sarenno personaggi ben peggiori delle Braz e dei Gormiti!!!
    Dopo qualche anno, mi trovo costretta quasi quasi a rivalutare i Pokèmon… O_O
    ChiaraTaz

  7. utente anonimo

    Le facce al contrario le mettevano la Cuccarini e Columbro negli sketch a Paperissima mi pare… oVVoVe. Ciao
    – Suno –

  8. Non c’entra un’emerita mazza con le facce al contrario Cipster – che comunque inquietano davvero molto – ma guardate questa faccia al contrario in cui mi sono imbattuto qualche giorno fa

    Ok, torniamo pure a parlare di pubblicità 🙂

  9. e non tiratemi fuori i pokemon che mi hanno traumatizzato, alla tenera età di 20 anni frequentavo una fumetteria e troppo spesso mi imbattevo in 30/40enni che compravano i pacchetti di figurine pokemon. e io che per prendere un pacchetto di magic e non vergognarmi chiedevo anche una scatola di preservativi e di zigulì (ecco cosa mancano, le pubblicità di preservativi, anelli vibranti e unguenti lubrificanti).
    tra l’altro, qualche giorno fa ho visto un pezzo del cartone animato dei pokemon e mi sono reso conto del vero messaggio che trasmette ai bambini. ho sempre riso delle associazioni di genitori che dicono che i manga istigano i bambini al satanismo, anche quando parlavano dei pokemon. ma guardando il “torneo” di allenatori di pokemon, mi sono reso conto della triste verità.
    gli allenatori di pokemon girano il mondo in cerca di pokemon che poi catturano e portano con sè nelle sfere, per poi richiamarli quando ne hanno bisogno. in parole povere prendono degli innocenti animali e li ingabbiano in delle strutture troppo piccole, senza luce, aria, cibo, acqua e pulizia. non paghi di questa crudeltà nei loro confronti, organizzano questi incontri nei quali li aizzano gli uni contro gli altri, obbligandoli ad annichilire l’avversario, mentre gli allenatori li incitano e il pubblico assiste godendo di ogni ferita inflitta, fino a quando uno dei due contendenti non resta a terra esanime.
    per quale motivo mi ricorda gli incontri clandestini di lotta tra cani o tra galli?

    tripponzio

  10. utente anonimo

    @Oracolo: ooohhhmmamma!!! ;D

  11. Parlando dell’acqua Nestlè vera, mi ha perplessa una cosa: “bevendo 8 bicchieri della nostra acqua…”.
    Premesso che la loro acqua è come le altre, sfido qualunque massaia a tentare di prendermi per il naso dicendo che legge le etichette dell’acqua, ma soprattutto affermando di capirle!

    Ma poi…8 bicchieri della loro acqua fanno paripari una bottiglia da un litro e mezzo…e non solo di acqua Nestlè, ma di acqua in generale.
    Come se i nonni non avessero mai detto “bevi almeno due litri d’acqua al giorno”!
    …forse vogliono far credere alla gente che con la Nestlè Vera 8 bicchieri sono meno di un litro e mezzo…in effetti se avessi anche io la mia famiglia che fa gli scivoli ad acqua nel mio intestino disperdendo in schizzi tutto quel che ho bevuto…allora sì, è meno di un litro e mezzo.

    @Tripponzio: Dei grazie, finalmente qualcuno che sui Pokémon la pensa come me! E sì che quando lo dico la gente mi prende per deficiente: “No, ma che dici, istigare i poveri bambini vittime della società a fare i combattimenti clandestini con dei poveri cani?”
    …no, in effetti hanno ragione gli incontri di Pokémon non sono clandestini =_=

    Eclisse

  12. ora che mi fate pensare alle etichette dell’acqua, mi fate tornare in mente una cosa, sulle acque che fanno plin plin, plun plun e coccodè. la famosa “acqua povera di sodio”.
    una volta, tornando da una vacanza, ho preso una bottiglia di acqua in autogrill e c’era soltanto una costosissima acqua vitasnella con meno dello 0.0000000000002% di sodio. per curiosità ho controllato sull’etichetta e l’informazione corrispondeva. mi sono allora chiesto quanto ne avevano le altre acque e ho spulciato le immancabili bottiglie vuote abbandonate nella macchina. tutte avevano meno della metà di quella della vitasnella, tranne l’acqua panna, che era ben al di sopra di tale limite. incuriosito ho telefonato al servizio clienti per chiedere spiegazioni (in macchina mi stavo annoiando, si era capito?) ma ho trovato una segreteria telefonica a cui ho lasciato anche il mio recapito per avere una risposta che non è mai arrivata.
    la cosa divertente è che in seguito un’altra acqua ha vantato di essere particolarmente povera di sodio. l’unica che ne aveva più della vitasnella…

    @eclisse: ci prenderanno sempre per pazzi. un pochino come noi facevamo con quelli che all’uscita del film godzilla venivano a raccontarti che era la metafora dell’immigrato giapponese in america…

    tripponzio

  13. utente anonimo

    Eh, no! E’ la settima volta che ne leggo in proposito e non capisco. Vada in malora il pudore, ma adesso qualcuno deve spiegarmi quali sono questi benedetti “imbarazzanti significati antecedenti” del termine Chitty Chitty Bang Bang. Non posso continuare a vivere con il dubbio atroce di non scoprirlo mai! Sarò pure sempliciotto, naive, illibato… I don’t care.
    Vi prego, illuminatemi voi!

    Giampozzo

  14. Con la storia dell’acqua mi ha fatto venire in mente questo.
    Ah, e anch’io, come Giampozzo, voglio essere illuminata! 🙂

  15. utente anonimo

    Già, quali sono questi “imbarazzanti significati antecedenti” di Chitty Chitty Bang Bang e a cosa sarebbero “antecedenti”? N.B.: in ogni caso, hai ragione, Jonlooker: quella colonna sonora era una *@#§! anche nel film.

    Dingh II

  16. Cerco di spiegare:
    Sono stato vergognosamente criptico, il mio discorso era campato in aria, pignolaccio, più che altro un pensiero ad alta voce; il film viene da un racconto per bambini di Ian Fleming, “Chitty chitty bang gang”, che era stato ispirato all’autore dal figlio, che però morì di overdose; la pubblicità rappresenta una scena di famiglia e mi sembrava che, data l’ispirazione purtroppo sfortunata, per una raffigurazione familiare sarebbe stato meglio scegliere diversamente. Che poi qualcun altro abbia fatto ragionamenti simili, mi auguro di no per il genere umano!

  17. Jon..a proposito dell’acqua Nestlè Vera (stabilimento a S.Giorgio in Bosco -PD-)..chiederei ai tuoi lettori quanti sanno che viene dalle falde della Palude di Onara..ora, non che la suddetta palude sia quella del classico stereotipo..ma scommetto che striderèbbe un bel po’ con l’eden della pubblicità..
    Z@N

  18. @ Tripponzio: oddio, davvero hanno detto ciò di Godzilla?
    Premesso che io di Godzilla ho visto solo una versione atrocemente vecchia fatta con le action figures e la stop motion…ma stai scherzando, vero?

    Parlando di acque povere di sodio…ora, io non sono affatto una nutrizionista, ma amo guardare il mondo con occhi più possibile critico e scientifico e mi sorge una domanda: ma se gli Dei hanno creato l’acqua con una determinata quantità di sodio, perchè a me devono propinarla impoverita?
    Non so, ma a me dà l’idea che se in natura è in un modo vuol dire che al mio corpo in quel modo va bene…no?

    Dubbiosa, Eclisse

  19. @eclisse: purtroppo è tragicamente vero. mi sono capitati un paio di personaggi che mi hanno raccontato quello. e non sono l’unico a cui è capitato di sentire la morale di godzilla…

    per l’acqua, ci sono differenti sorgenti e differenti tipi di acque. la presenza e la quantità dei minerali credo siano dovute principalmente alla zona da cui sgorga e dal tragitto che compie per arrivarci. in parole povere, se filtra terreni ricchi di sodio o meno.
    questo sarebbe supportato dal fatto che le bottiglie di acqua che avevamo in macchina risultavano tutte provenire da sorgenti alpine o prealpine, mentre la vitasnella e la panna no.

    tripponzio

  20. utente anonimo

    Non si è colta la profonda filosofia, tema reggente della pubblicità: in sintesi è una denigrazione e un’autocommiserazione spiccia dell’essere umano che (la pubblicità lo lascia intendere) è un prodotto di scarto (feci o urina, scegliete) in quanto, se lo scivolo acquatico è il corpo umano e la forza di gravita li fa scivolare tra i flutti verso terra…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...