La Grande Amica – Reloaded

La donna in carriera, che si crede la reincarnazione di Marlene Dietrich, esce dal luogo di lavoro, facciamo un tribunale in cui ha appena rovinato economicamente qualcuno. Vestita con il solito connubio di colori “io sono una persona molto seria ho tanto stile però guarda come mi sta bene l’impermeabile nuovo”, la nipote slanciata di Perry Mason si muove come se Dio medesimo dall’alto le avesse detto «Ti prego, sfila per me». Notate come si toglie gli occhiali da sole – grandi come piattini da dolce – con l’espressione di quella che quasi se la prende: «No, dico: ma m’avete vista quanto so’ bbona?!».

Come abbiamo imparato dalla nostra grande amica della biblioteca, è il momento di spogliarci idealmente dei nostri costosissimi abiti (è inutile che prima li compri e poi fai la bella dentro che ha altro da offrire mentre tutti guardano solo l’apparenza, la prossima volta va’ da Oviesse e lagnati di meno), mentre percorriamo il duro tragitto che separa il Foro dal taxi.

E, come già sappiamo, è anche il momento di elargire stupidaggini su vasta scala.

Perché forse noi non capiamo fino in fondo il suo dramma: alcuni vedono solo i dodici centimetri dei suoi tacchi, vi rendete conto di che colpo per la sua autostima? Altri, al pari superficiali, guardano il colore del rossetto. Ora, capisco che possano sembrare sottigliezze, ma è verosimile? Almeno personalmente, non mi capita spesso di esordire con «oh, mia cara, ma che delizioso rossetto!» oppure ancora di pensare «non potrò mai dimenticare quel radioso pervinca». No.

Ma c’è anche la lunghezza della gonna, quale terribile fardello da sopportare; immagino i tormenti al mattino, «oh, ma come farò, tutti guarderanno solo quello, quasi quasi tiro fuori il burqa dall’armadio». E che dire del taglio di capelli? In un universo parallelo a me sconosciuto, gli uomini si accorgono per prima cosa del taglio di capelli. Mia rossa picchiatella, l’ultima cosa che mi ricorderò di te, dopo la lunghezza della tua stupida gonna, è il tuo taglio di capelli, che ad una prima occhiata hai fatto accompagnare da una piega che non costa quello che costa per far ignorare la capigliatura.

Nonostante il mondo aspro e famelico le remi costantemente contro, la nostra pasionaria sviluppa il suo credo personale, che la aiuta a superare cotante avversità, proprio mentre implode di soddisfazione per aver attizzato il tassista : «Quello che vedo io, è che non basta una semplice occhiata per capirmi davvero». Allora che dici, Miss Introspezione 2008, oltre a mettere un post-it sul frigo che ci ricordi di indossare le mutande, ce la abbottoniamo dall’ombelico in su, questa camicia, la prossima volta?

Annunci

21 commenti

Archiviato in Senza categoria

21 risposte a “La Grande Amica – Reloaded

  1. Sono turbata perché non avevo notato che non aveva neanche un perizomino minimo sotto le calze.
    In ogni caso qualche essere di sesso maschile che ti faccia notare quanto sei glam e chic con quel rossetto al mondo esiste, ma di solito poi se lo vuole comprare anche lui 🙂

    Miss*V (la certezza del mattino)

    [tièè! :D]

  2. Vedete, Mademoiselle, ci sono certezze e certezze.. Ed alcune sono attese con.. diverso spirito 😉

  3. Già commentai a lungo al riguardo appropriandomi impropriamente, lo so, d’altrui mansioni. Pertanto “Vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole. E più non dimandare.”

    m9 (isWALKINGonSUNSHINEversion)

    ps: l’unica cosa che ricordo della pretenziosa megera è che per i miei gusti è un po’ secca. E’ non è la questione del solito maniaco amante delle maggiorate, ma solo che si vorrebbe anche qualche donna normale. Più tipo la Calzedonia (perdonate la pubblicità occulta, ma quello spot mi piace assaje).

  4. Il post-it… Sei un genio!!!! 😀

  5. utente anonimo

    Condivido il parere di m9 sul fisico troppo asciutto della protagonista di tale spot, anche se adoro i suoi capelli.
    Onestamente preferisco di gran lunga lo spot della bibliotecaria fra i due.
    Continuo a condividere il giudizio di m9 sullo spot calzedonia.

    Sarebbe interessante avere tuoi commenti JonL anche su spot che ti piacciono.

    Io aspetto di vederne uno sulla Agila perché ogni volta che la vedo mi chiedo come uscendo di casa nuda si sia ricordata le chiavi della macchina.

    A.S.

  6. utente anonimo

    E poi non si capisce perchè in alcune scene sia senza reggiseno mentre in altre magicamente l’indumento intimo compaia.

  7. utente anonimo

    Volevo morire soffocata con la frittata che stavo gustando,quando ho visto questa versione…l’avevo già detto ma è bene rimarcarlo.

    Anche questa pubblicità è simpatica come una badilata sui denti 😀

    Fedeverza.

  8. Non so perché, ma a me QUESTA pubblicità piace tanto. Giuro, non so proprio ( @ Y @ ) dirvi il (_*_) perché! 😀

  9. utente anonimo

    grandissimo come sempre! anch’io mi son chiesta perchè diavolo si metta i collant senza le mutande..mah!
    dubbio dubbioso… ma il pervinca non è una tonalità di blu??

    il boss

  10. utente anonimo

    oh, ecco! in tema halloween direi che un rossetto blu ci sta benissimo! sagace!

    il boss

  11. Nel dubbio che l’idiozia si diffonda per contagio ho deciso che è meglio evitare di indossare quelle calze.
    Pubblicità irritante.

  12. A.S., in realtà l’ho già fatto!
    Se vuoi dare un’occhiata:

    http://leuovadelnonno.splinder.com/post/18669569/Espiazione

    (so che il link tutto nudo è brutto da vedere, ma Splinder non mi fa mettere i link nei commenti. Grazie Splinder, eh )

  13. Ora capisco…qualche tempo fa sono passata in Piazza Affari a Milano con il mio fidanzato mentre filmavano questa pubblicità…o perlomeno la scena in cui lei (vestita!) sale sul taxi. L’altro giorno Lui mi dice: ” ho visto alla tele lo spot che avevamo visto filmare” “Ah sì? pubblicità di cosa?” “Mah, calze…comunque DOVEVAMO PASSARE PRIMA, IL MEGLIO CE LO SIAMO PERSO”. Quest’ultimo commento era stato lasciato inesplicato, ora ho visto lo spot e capisco…che gli uomini non si smentiscono mai!!!

  14. Ma come Splinder non ti fa mettere

  15. allucinante nella sua idiozia e nel suo pessimo gusto di mettere un po’ di carne in mostra per poterci associare qualsiasi slogan.

    ma passa inosservata, se raffrontata alla pubblicità della twingo (è la twingo?), nella quale il giovane chiede al padre vestito da drag queen di metterlo in lista nel locale (ma tra l’altro, chi frequenterebbe un locale dove potrebbe andare suo padre vestito da drag queen?) oppure c’è la madre che si complimenta con la figlia per aver trovato un lavoro come “artista” in un locale per soli adulti (tra l’altro con una locandina spuntata fuori direttamente dai “nait” dei primi anni ’70).

    tripponzio trunc(p_greco)

  16. Oh, but.. Miss Vale.. Vi prego, continuate. 😀

    Trip3, ho visto solo la versione Drag Queen; devo confessare che mi ha fatto sorridere.. ma ce ne sarebbe da dire in effetti!

    Dendrite, se scavi bene nel passato del tuo fidanzato, di sicuro troverai oscuri trascorsi di staccatore di code di lucertola 🙂

  17. utente anonimo

    Daii, a me è piaciuta la pubblicità della Twingo……ehm..ok diciamo che m’è piaciuto il figlio che è più onesto ^^

    M la grande amica di tassisti e finti topi di biblioteca.
    Silvia

  18. Non li fa proprio mettere ‘sti link eh. 😦

  19. ^__^ HI! HI! HI! Very nice!!!
    Ho messo il tuo blog fra i PREFERITI sul PC del mio capo che ha riso fino alle lacrime leggendo di BRAAAAAVA GIOVANNA, BRAAAAVA…
    Cmq nulla da dire sulla storia del PONCHO e di ACTIVIA??? Tanto la Marcuzzi è già fra le tue “vittime”!!!

  20. utente anonimo

    uahuahuah xD
    Probabilmente il fato mi aveva graziata  e finora on avevo mai visto questo spot, ma quando l'ho trovato (qui http://www.youtube.com/watch?v=zW2es9ZU_n4 ) e ho potuto gustarlo col tuo commento, sono morta dalle risate! 
    Sedna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...