La Grande Amica Ed Il Revisionismo Storico

Tutti ricorderete con tanto amore l’Amica per eccellenza, la seviziatrice di animali col berretto di lana.
Ebbene, contro l’affermazione che i ragazzini smembrino rettili indifesi, orde di animalisti assetati di sangue hanno protestato agguerriti, a tal punto da indurre la fanciulla a riflettere sul suo passato e a focalizzare meglio certi momenti della sua vita. A quanto ho capito, l’unico punctum dolens era questo, perché il fatto che i maschietti lancino sassate ad ogni vetro a portata di tiro sembra passato come assunto di base (io però non ne so molto; se un animalista agguerrito e vincitore ha voglia di spiegare che è successo di preciso, è il benvenuto).

Ad ogni modo, onde evitare polemiche di qualsiasi natura, s’è provveduto a riprogrammare i 33kb di cervello della signorina in modo del tutto diverso. Infatti, all’improvviso, i ricordi dell’intellettuale del circolo della carambola non si fanno solo più pacifici, ma vengono guarniti da una voce forzatamente annegata nel glucosio, una specie di sovrumano tentativo di apparire nostalgicamente commossa nel rimembrare passati sollazzi; niente più ringhio tracheale mentre pronuncia le parole «staccare la coda» o la soddisfazione che trasuda nel raccontare di aver detto le parolacce, ma mielosi gorgheggi mentre ci dona nuove, luccicanti stupidate.

Scambiarsi le figurine. I vandali sadici si sono trasformati in teneri puffolosi che si scambiano le Figurine Panini. Come me la vedo, perfettamente inserita nel gruppo di scambio, mentre finge interesse: «cosa mi dai in cambio di Franco Baresi?».

Smontare la moto. I collezionisti di adesivi a tema sono diventati grandi e si danno a passatempi in cui servono nozioni di meccanica e ci si deve sporcare le mani. Ma non è che riparano la moto, cambiano i pezzi, la truccano. La smontano e basta. Ditemi voi che passatempo è.

Parlare da uomo a uomo. Sentite la differenza con la prima versione; adesso il suo ricordo in materia di comunicazione viene spiegato meglio, diciamo come se stesse fornendo delle indicazioni a uno scimpanzé: «Da-uomooo-a-uoomoo!».

Giocare a biliardo. Prima era solo una frase in mezzo all’elenco, ora, capite bene, sta letteralmente andando in estasi a ripensare a quanto era bello il biliardo. Che non si pensi a un sacrificio per la causa, lei alla bettola “All’Ergastolano Guercio” s’era genuinamente divertita.

Vedere un fuorigioco. Se giocare a biliardo suscitava tali squittii, non vi dico quale culto dionisiaco ci sia dietro alla visione di un fuorigioco. Un entusiasmo tardivo per cose che fino a una settimana fa enumerava con la noia sofferente di chi ha patito pizze colossali a beneficio della carriera accademica. Che poi, a ripensarci, non è che la visione di un fuorigioco sia un inno alla vita nemmeno per un tifoso sincero; non mi capita spesso di sentir dire «che schifo di derby, nove goal e neanche un fuorigioco».

Per avvalorare la tesi, ogni tanto imperversa un micro spot in cui sfila in biblioteca ribadendo di essere dalla parte degli uomini. Ma per studio, eh! Vediamo quanto ci mette a capire che un’affermazione esclude l’altra.

La riprogrammazione, in salsa buonista e annacquata, del cervello della nostra amica, placherà forse l’ira degli amici degli animali, ma non certo la perplessità che suscita la visione dell’insieme, con o senza lucertole. A mio avviso, lo spot resta una paccottiglia di deboli frasi mascherate da messaggio profondo sull’essenza innata delle donne cui è difficile dar peso, posto che non ne hanno.

E, a voler essere concreti, con tutto lo spazio vuoto nell’hard disk cerebrale della nostra amica versione post lobotomia, su un antivirus freeware si poteva farci un pensiero.

Ringrazio kameilkane per il puntuale aggiornamento link.

Annunci

15 commenti

Archiviato in Senza categoria

15 risposte a “La Grande Amica Ed Il Revisionismo Storico

  1. Buongiorno a tutti!
    Sono latitante e sotto esami.
    Il link portante dello spot può non funzionare, questo perché il sito di Golden Lady non sembra voler farsi vedere. Ad ogni modo, se dovesse cambiare idea, troverete il nuovo spot lì.
    Spero.

  2. Ma fatemi il favore. Una donna che vede il fuorigioco. Impossibile.
    Che schifo il calcio 🙂

  3. utente anonimo

    Condivido il dotto e saggio pensiero di MissV.
    Un giuoco insulso e fastidioso ai miei occhi e orecchi.
    E sono un maschio (che ritiene le donne esseri superiori e in genere gli uomini esseri che si sono elevati dal pensiero animale solo grazie alla presenza delle sopracitate donne).

    Per tornare allo spot è infatti triste come l’idea originale (una ragazza che si comporta da maschio per cercare di capirli) all’atto pratico risulti in ogni salsa con cui l’hanno proposta inefficace, oserei dire perfino antitetica all’originale, apparendo una sfilza di atti inutili e insensati tipicamente maschili, poi tentando di risollevare l’animo ferito di tali virgulti facendo credere che lei si sia divertita nel farlo…

    A parte che la maggior parte delle azioni citate nello primo spot sono tipiche di una età infantile, fra i 4 e i 7-8 anni circa..mi chiedo che problemi avesse questa ragazza se già all’età citata fosse interessata a studiare i maschi…

    Ultimo commento sullo spot.. la ragazza si veste male. Appurato che ha studiato per tutto questo tempo gli uomini, vestirsi in tal modo fa notare che come ricercatrice non sia stata una cima. Difatti l’unico ragazzo che reagisce dello spot la guarda come se fosse qualcosa di ignoto e fastidioso.

    A.S.

  4. Innanzi tutto: buona settimana a tutti!!!
    Secondo: Esami in vista? In bocca al lupo!!
    Terzo: sei un genio!
    Quarto: mi sono permessa di segnalarti su Facebook, così ora possono apprezzare il tuo talento anche i miei amici in terra germanica!!!
    Ciao!!!

  5. Che io ricordi, non erano 33Kb, ma 33cl :))))))))

  6. utente anonimo

    …Ma che senso ha che questa poveretta, oltre ad esporci le prove sconfortanti della sua decerebratezza, si tolga i vestiti?!
    Non mi capacito.

    BB

  7. utente anonimo

    Sulla questione “fuorigioco”,ho già espresso il mio velenoso parere.

    Ma poi…giocare a biliardo? Da ragazzini si gioca a calcetto…ma io non faccio testo,ero un maschiaccio che si divertiva a scambiare le figurine (célo,célo,manca…) e si trovava bene con femmine e maschi,senza doverli analizzare.
    Da sbadiglio anche la versione buonista.

    Fedeverza.

  8. utente anonimo

    Rivendico con orgoglio la capacità delle donne di vedere il fuorigioco (ma anche la simulazione in area di rigore, per dire) e giocare a biliardo (male, nel mio caso), a bowling, a calcetto, a tekken 3 e a chi sputa più lontano, senza la necessita di denudarsi in una biblioteca per sottolinearlo.

    Detesto quando si fa finta di fare i femministi/progressisti ma poi alla fine dei conti si mostrano le solite modelle mezze nude che non hanno niente a che fare con il prodotto che reclamizzano (che, peraltro, è un prodotto destinato ad un pubblico femminile, quindi, insomma, perché mai un’anoressica malvestita dovrebbe indurmi all’acquisto?).

    Bah.

    Noir

  9. utente anonimo

    Bah è una classica, antipatica, noiosa, banale, sciaquetta, gatta morta.La tipica che anche se non gliene fregava niente di fuorigiochi,biliardi,figurine si buttava in mezzo fingendosi interessata per limonare con quanti più ragazzetti possibile. Si vede che mi sono sempre state antipatiche quelle così? (rilegge…)Si, si vede:)
    Però l’ “Ergastolano guercio” riesco quasi a vederlo…tutto in legno,travi fatte di tronchi d’albero sani, ragnatele, barista con gamba di legno e pappagallo sulla spalla, rum come se piovesse..questo forse però è più il “pirata guercio”, ma vabbè era per dire che mi ha fatto ridere XD
    saluti, Silvia 😀

  10. pubblicità insulsa nella sua insulsezza. mai ascoltato il testo, per quello che mi riguarda non è mai cambiato nulla.

    per dare fastidio alle gentili donzelle intervenute (ricordo che è un mio dovere istituzionale di discordiano), ammetto che, nonostante non sia il mio tipo, se mi si denuda così e mi dice “zompami addosso”, io le zompo addosso. se non altro per cavalleria, dato che non si può respingere una richiesta tanto educata.
    e magari se le zompassi addosso smetterebbe di dire cretinate per cinque minuti. facciamo anche sei, dai, mi impegno pure sui preliminari.

    tripponziottre

  11. Ecco, uno non fa a tempo ad allontanarsi dal quieto prato di casa, che non una, ma ben due post di J.lo spuntano dal nulla…
    Hola J.lo (e allegra brigata di aficionados del nostro), come procedeono gli esami? Ma come: la nostra seduttrice rende politically correct le sue esternazioni e tu hai coraggio di attaccarla ancora? Ma sei proprio incontentabile!! E cosa dovrebbe fare sta povera crista, a parte studiare per gli esami e non basare il proprio voto sull’effetto “bella-topa” che irretirà il prof. di turno? Troppo è già stato detto al riguardo e, in fondo, la grande amica, tanto amica non è quindi: ALOHA. Speraimo solo di dimenticarla presto
    m9 (stancoMORTO.Ebasta)

    ps: le parti migliori? L’ergastolano guercio, che secondo me è pure un bel nome per un pub, e il fatto che a qualcuno gliene freghi qualcosa del fuorigioco. Già interessa poco agli uomini, figuriamoci…
    pps: sia chiaro epr tutti gli animalisti che al sottoscritto non gliene può fregare di meno se qualche bambino fa esperienza della vita e stacca la coda ad una lucertola, magari eprchè l’amico più grandicello gli ha svelato questo incredibile mistero della natura.. niente di autobiografico, solo invito detti animalisti spacca maroni a pensare che esistono mali peggiori e che forse dovrebbero impiegare il loro tempo (anche) a pensare di dare una mano nelle mese dei poveri, ai bambini che non hanno genitori o nonni al pomeriggio e vengono affidati a i doposcuola, etc. E questo solo per parlare di cose leggere.

  12. Le pubblicità Golden lady sono sempre state insulse; questa, olte che insulsa, mi fa anche incazzare.
    PS: faccio notare inoltre che sono le peggiori calze che abbia mai portato.

  13. Ho scoperto da poco il tuo blog, e lo leggo in maniera discontinua… ogni volta muoio dalle risate, sei grande!
    Volevo solo confortarti su una cosa, il cervo sardo esiste, mio cugino (veterinario) ha fatto una tesi sul progetto di reintroduzione; a distanza di anni penso che il progetto sia giunto al termine visto che qualche volta durante le passeggiate in montagna ci capita di incontrare un gran numero di cervi, quindi grazie per aver collaborato a ciò! Miki

  14. Ma sai che è proprio una cosa bella da sapere? Grazie 🙂

    Oh, mi raccomando, guarda che siano trattati bene, che uno è mio! 😀

  15. Caro Jonlooker, ho ripreso dopo qualche settimana di pausa a leggere il "passato" del tuo ottimo blog, e ti faccio dono del link allo spot 2a versione che nel sito della Golden Lady non era più visibile.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...