Shock YOUR Time (Che Al Mio Ci Penso Io)

Chronotech, un nome che già sembra un sintomo di bronchite, è una marca di orologi (chiamiamole così, quelle punte da trapano.. per comodità) pensati apposta per disturbare la vista.

Lo spot non poteva essere da meno, nel suo concentrato di banalità sul finto/trendy-trasgressivo, che invoca terribilmente lo sbadiglio.

Per prima cosa, ci sono milioni di canzoni al mondo. E non dico “milioni” per millantare, ma perché, in effetti, la scelta musicale è piuttosto vasta, dall’età della pietra sino ad oggi. Loro invece decidono che è più accattivante Toop Toop dei Cassius, canzone utilizzata solo nel film Il Divo, in un documentario sulla Cina di Rai Due, di cui non ricorderei il titolo neanche sotto ipnosi (che a quel film, tra l’altro, ha preso pari pari tutta la colonna sonora.. anche loro, si vede, per comodità) e, credetemi sulla fiducia, la lista continua; nonostante questo, la scelta del brano resta la parte più originale dello spot.

In un furgone senza finestrini, si trova un’allegra brigata formata da due uomini e due donne, vestiti da glam-motociclisti sfatti, che per tutto il viaggio si guarderanno in cagnesco senza motivo. La bionda, truccata con due ematomi sugli occhi, si premura di guardare che ora è; ti prego, non farlo mai più, cos’è quell’attrezzo pestifero che ti porti al polso, una Piñatta? Che farebbe giusto al caso, dato che sono già pronto a prenderlo a bastonate.

Finito l’indispensabile viaggio, che ha tramortito di noia chiunque lo guardasse, i quattro arrivano, sempre trasudando amicizia (diciamo che sembra che ognuno sia venuto per conto suo) proprio sotto il Big Ben, armati di balestra ed altri arnesi da ladro dei cartoni animati. La corda della balestra si ritira come il cavo elettrico dell’aspirapolvere e, una volta arrivati in cima con fare passeggiante, i quattro si dedicano a colorare ogni quadrante del Big Ben di un colore diverso, senza dimenticare di arricchirlo con degli strass di vetraccio abnormi e nauseanti.
A lavoro finito, i vandali scalatori scappano come cavallette, mentre noi e il poliziotto siamo costretti a guardare il mostruoso risultato.

[Per l’angolo delle curiosità deprimenti, mi si dice che parte dello spot è stato girato nella Repubblica Ceca; resta da chiedersi se dobbiamo pensare che da Praga quei quattro invasati si siano infurgonati col preciso scopo di imbrattare il
Big Ben, o se il regista dello spot fosse incantato dalle gallerie ceche a tal punto da far spostare baracca e burattini da una parte all’altra d’Europa, esclusivamente per renderci partecipi del fascino dei neon dei loro tunnel.]

Per quanto discutibile sia la bellezza dello spot, c’è da ammettere che il messaggio è ben chiaro allo spettatore, cosa che, a pensarci, non è da poco:

«Nel caso qualcuno di voi non lo sapesse ancora, il nostro scopo nella vita è quello di rovinare orologi

Annunci

16 commenti

Archiviato in Senza categoria

16 risposte a “Shock YOUR Time (Che Al Mio Ci Penso Io)

  1. utente anonimo

    ho letto tutto il tuo blog (tutte le nove pagine, penso) e devo ammettere che è davvero interessante, anche se per chi mi stava intorno immagino fosse abbastanza strano vedermi ridere come un’idiota davanti allo schermo del computer.
    beh, complimenti ancora..
    Giulia n.
    ps. per la cronaca, ho trovato il link a questo sito dal blog di Lario3 – del quale penso abbiamo la stessa opinione

  2. Lol, effettivamente gli orologi Cronotech sono obbrobbriosi 😀
    Forse solo le bratz li porterebbero volentieri 😀

  3. Io ce l’ho….

    Haha. Scherzo. Peggio di quell’orologio credo ci siano solo le (furono) Buffalo

    (L) :*

  4. Ciao Giulia, benvenuta!

    Eugeal, non far venire idee a nessuno, che secondo me la serie Bratz Chronotech ci starebbe tutta 🙂

  5. Miss V, grazie per le Buffalo sbirluccicose, variante di cui finora ero ignaro.

    (link perfetto, mi complimento.. ma vedrai che un giorno ci riesco anch’io!)

    :*

  6. Ma sentila!
    Come fa uno a fingere di prendersela?

    😀

  7. Mi spiace interrompere questo ameno scambio di battute, ma prima o poi qualcuno doveva…

    Caro J., tralasciando momentaneamente lo spot già abbondantemente approfondito, mi permetto di aggiungere un’altra cosa che mi sembra sconcertante, direi quasi imbarazzante.
    I due orologi sono pressocchè identici: si differenziano solo un po’ per la forma della cassa e per il colore. Uno rosa e uno azzurro. Ora, io posso anche apprezzare lo sforzo fatto da chi si è sognato questo orologio per distinguere quello da uomo da quello da donna (anche se ho dei dubbi sull’orientamento sessuale di un uomo che porti un orologio del genere), ma di sicuro usare la distinzione rosa/azzurro mi sembra il ripiego del secolo. Capirei fosse un orologio per un bambino/a dell’asilo o delle elementari (peccato che per portarlo ci voglia il porto d’armi…), età in cui si sancisce la distinzione maschietti/femminucce anche da questi particolari, ma per un orologio da ????? (non riesco neanche ad immaginare il potenziale acquirente di siffatto obbrobio: al massimo per offendere qualcuno!).
    m9 (hoANCORAloSTESSOswatchIRONYdei18anni)

    ps: @ J.lo & missV
    è una parola che di solito scrive MissV. (e che non si confà al mio spirito), ma per una volta lo dico anch’io con le pajettes agli occhi:
    vi ADORO.
    pps: è aggiungo anche un’emoticon, tiè 🙂

  8. 🙂

    Siamo come Sandra e Raimondo…

    :*

  9. dico bleagh, nostalgico degli orologini di plastica che costavano cinquanta carte da mille, che hanno spopolato portando la gente alla prostituzione pur di avere uno “SCUBA”, donando la giusta fama al baffo roberto, che con la televendita di suoi “wash suba” modello “pesci felici” è entrato nelle nostre case e nei nostri cuori.

    tripponzio III

    p.s. giusto per fare invidia, ieri all’ipermercato ho trovato tonnellate di tender milka in offerta. e per dispetto li mangio spalmandoci sopra lo spuntì.

  10. utente anonimo

    Un sacco di gente soffre per la triste sorte delle Bratz…occole!!
    http://www.somethingawful.com/d/photoshop-phriday/bratz-dolls.php

    Ciao a tutti XD

    Fyaa

  11. utente anonimo

    Fyaa, allora non siamo soli ^_^
    Dani

  12. Grazie per avere illuminato il mio coammino e per avermi mostrato lo scopo della mia vita.
    Te ne sarò, per sempre, immensamente grata

  13. utente anonimo

    A me il Cronotec piace….è un’utile arma da difesa e poi ci puoi schiacciare le noci…
    Fortissimo come sempre! 🙂
    Giulia

  14. utente anonimo

    Io non capisco una cosa:
    come può un quartettto di sbandati che imbratta i quadranti del Big Ben indurre qualcuno ad acqustere ‘ste patacche di orologi? Posso ipotizzare che il target al quale si rivolgono i creativi che hanno ideato lo spot, sia costituito prevalentemente da vandali con velleità artistiche. Non mi viene in mente nessun altra spiegazione

    Humpty Dumpty.

  15. utente anonimo

    Ciao! Sto rileggendo tutti i vecchi post (credo che domani mi si incriccheranno i muscoli facciali per lo sforzo che sto facendo per non fare la figura della scema che ride da sola!). Purtroppo qualche link non è più funzionante. Non sono andata a ricercarmi tutti gli spot perchè molti (ahimè)  li ricordavo, tipo quelli della tim; per questo qui ne ho trovato uno alternativo se può esserti utile: 

    Sedna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...