La Dura Adolescenza Nel Circondariato

Gianluigi Buffon è il nuovo scagnozzo di Babbo Natale. Con mansioni di fiducia, tra l’altro.
Non come gli elfi, che stanno con il boss da secoli e continuano a infornare biscotti a forma di stella; i meno fortunati, poi, passano giorno e notte al controllo qualità o al nastro produzione.

Ora, pagare elfi, di questi tempi, deve costare. Tanto che, fatti due conti nelle rosse tasche, Babbo Natale s’è reso conto che i regali, piuttosto che fabbricarli con legno e tanto amore, è ben meglio rubarli al Toys Center.
Gigi è, appunto, l’incaricato ai furti.

Funziona così: Babbo Natale non si premura neanche di trovare un troll che faccia da palo a Buffon e sta a debita distanza, spalle al negozio e faccia alla tormenta, pronto a dare istruzioni al suo fido sottoposto.
Il portiere, nel frattempo, si è calato dal tetto vestito come Diabolik versione intimo, sorretto da due cordini bianchi che stanno giocando a chi si strappa per primo. Vediamo subito che il piano era stato accuratamente predisposto da tempo: «Obiettivo raggiunto: cosa devo cercare?» Ma come cosa devo cercare, vai a rubare giocattoli allo sbaraglio, senza uno straccio di addestramento?
Persino Vampirello aveva una lista!
Lì inizia il mistero anche per me: Babbo Natale vuole «My Life con quattro Magic Cards». Noi, che siamo furbi come cutrettole, abbiamo già capito che, se viene nominato, questo gioco dev’essere molto ambito quest’anno. Ragion per cui ho fatto una ricerca accurata (= il primo risultato di Google), che mi ha portato a questo:

"Descrizione
My Life Console gioco elettronico per bambine; la tua vita reale in un mondo virtuale dove le ragazzine possono vivere la loro "Second Life" ricreando se stesse, la loro personalità ed imparando a gestire la loro vita come meglio credono. Tutto in una console portatile con schermo ad alta definizione, giochi di base già precaricati: pronta per giocare. Tre minimondi inclusi:
•    Casa e circondariato cittadino
•    Scuola
•    Centro commerciale
La console fonde 3 concetti di gioco del momento:
•    I micromondi virtuali
•    Le card collezionabili
•    Il concetto di Fashion doll
"

Sono già innamorato: tua figlia si aliena in una scatoletta di plastica in cui gestire la sua vita come cavolo gli pare, potendo scegliere tra la casa e circondariato cittadino (espressione felicissima, ricorda “casa circondariale”, che dolcezza. Oltretutto, non vorrei rattristare nessuno, ma la parola “circondariato”, secondo i dizionari Paravia, non esiste. E menomale, che fa un po’ claustrofobia) e il centro commerciale. Cioè fa le stesse identiche cose che farebbe se questo gioco cretino finisse sotto un Eurostar, trovandosi, di conseguenza, costretta a vivere nell’avanti rinnegato mondo reale.
Scopriamo tra l’altro quali sono «i tre concetti di gioco del momento»:

Le porcherie à la Second Life;
La sempreverde scusa che devi fare collezione;
La bambola scostumata.

E guardiamola, allora, questa valida alternativa all’applicazione dell’intelletto.
Per prima cosa, come ogni bambina con parrucca che si rispetti, si sceglie quale delle Bratz si desidera essere: la Cosplay, la Tossica, l’Adolescente con gli stivali killer che sa come arrotondare.
Una volta espletate le formalità, si viene risucchiate dal sifone che porta direttamente al concerto di Peter Punk, poi si frequenta una scuola intrisa di personaggi poco raccomandabili, luogo in cui l’unica attività è scrivere scemenze alla lavagna. No, dai, stimolante. Ho sempre apprezzato il coraggio di chi applica il metodo Montessori.

Poi, sempre vestite e truccate con l’evidente disprezzo per i propri dieci anni, ci si scambia qualche bella minigonna via infrarossi, comodamente sedute nella propria camera dalle fattezze di un gigantesco budino famelico. Non resta che procurarsi un cucciolo, per analogia con Paris Hilton, vestirsi da sfortunata e partire per altre splendide avventure.
Mi soffermerei ancora sul fatto che su My Life, tra le altre attività presentate come eventi eccezionali, c’è anche «Parla con i tuoi genitori!», miracolo raffigurato da una donna a braccia incrociate che ti dice che almeno potresti tornare a cena.

Mentre noi stavamo qui a disquisire sul mio prossimo regalo di Natale, uno dei cordini che reggevano Buffon ha vinto la scommessa e lui cade da tre metri di altezza (con la schiena già compromessa.. grazie mille, Babbo Natale).
Uomo di gran cuore, tra l’altro, perché, forse conoscendo l’intelligenza di fondo di My Life, ha spavaldamente disatteso gli ordini e ha portato anche una bella confezione di Gormiti.

Che anch’io, se avessi una figlia, piuttosto le darei quelli.

Annunci

24 commenti

Archiviato in Senza categoria

24 risposte a “La Dura Adolescenza Nel Circondariato

  1. Il bello è che alla fine del filmato dice “e gli UTILISSIMI accessori”. UTILISSIMI?
    L’idea di utilità completamente stravolta! 😦

  2. utente anonimo

    Prima volta che mi viene da commentare: è troppo calzante il concetto (appnto) di “Quale delle Bratz si desidera essere: la Cosplay, la Tossica, l’Adolescente con gli stivali killer che sa come arrotondare.”
    A breve il Nobel per Il Buon Vecchio Jonlooker… ci sta!

  3. utente anonimo

    io per prima cosa mi sono andata a cercare cos è una cutrettola.
    Ma buffon quante pubblicità fa??
    Dico avesse presenza scenica,o fosse minimamente credibile quando parla con quel tono monocorde…Certe cose proprio non le capisco.
    Serry

  4. Buongiorno a tutti!

    Reg, a questo punto sono utilissimo anch’io.. che è tutto dire 😀

    #2, grazie per il Nobel! Mi serviva giusto un’occasione per poter indossare il frac.. Quando lo metto per andare al cinema mi guardano sempre male.

    Serry, non abbiamo niente da invidiare a Superquark, qui.
    (Signor Piero Angela, si scherzava.. non mi quereli la prego).

  5. Ma dai, Jon, almeno ammettilo… Dici male del MyLife solo perchè non hanno fatto la versione al maschile: anche tu vorresti scegliere di diventare calciatore, o tronista, o calen-divo (termine orribile, ma tra le opzione ci stava bene…) e fare attività straordinarie quali uscire con una velina, fare le serate in discoteca o allacciarti le scarpe da solo!!! 😉

  6. veramente cool!
    E’ incredibile come in un’unica frase siano riusciti a inserire così tante contraddizioni : REALTA’ (?) VIRTUALE (appunto, quindi non è realtà) UNICA (e di qualche centinaia di bambocce come te) e SU MISURA (idem come sopra)

  7. utente anonimo

    uhmmmm a me my life invece di quelle tre buffonate che secondo la pubblicità fonde è l’unione e la successiva evoluzione di my magic diary (http://www.ionlitio.com/images/2007/09/casio_jd_7000r.jpg) e il tamagochi (dove al posto del pulcino c’è l’essere umano)….che ovviamente avevo entrambi…. niente di nuovo sotto al sole…
    streghetta

  8. Dimenticavo…Babbo è chiaramente un interista, oltre al danno fisico già evidenziato da te, vuoi mettere un bell’arresto per furto?!?

  9. utente anonimo

    …furbi come cutrettole AHAHAHAH Ma quant’è truccata la biondina??? (con un futuro diciamo… intuibile)

    Ciao a tutti
    Fyaa


  10. Scusate, mi son perso qualcosa? Perdonate, ma ero impegnato a limare i cordini di un tizio alto-moro-con una voce assurda che fa il portiere e che (dice lui) dovrebbe fare un lavoretto per Babbu Natale, e mi sa che ho perso il form da sottoscrivere per mandare J.lo alla notte degli Oscar. O erano i Nobel? Scusatemi, ma quando non lavoro come limatore di cordini, me ne sto tutto il giorno con la mia Gnintento UIII a giocare ad ENIMOL CROSIN:lets go tu de siti. (caro J.lo, due parole su questo spot non ce le vuoi regalare? Della serie VIVA L’ALIENAZIONE VOLONTARIA!!!).
    Eh sì, vuoi mettere decidere quello che fai col misero sforzo di due quarti di neurone e il muscolo del pollice?

    m9 (disgustatoEprontoALL’attacco)

    ps: bello il commento di EMMEQ, e poi diciamolo: le BRADTS, continuamente citate, sono diventate un ottimo termine di paragone, direi quasi una “una perifrasi peripatetica”…

  11. EmmeQu, l’idea è ottima. Io farei anche il tronista, ma tanto so che Miss V non verrebbe a corteggiarmi, non potrei sopportare la delusione!

  12. Jon, ma che problemi ti fai? Basta comprare My Life anche a lei, no?

  13. E chi ti dice che non preferirebbe la Cosplay? 😀

  14. Ok, allora facciamo che le chiedi quale personaggio vuol diventare e t’adatti tu… Però se alla fine ti tocca vestirti da Puffo non venire a piangere da me,ok? 😉

  15. No no amici, mi sono già iscritta a un corso di romano-burino e sono prontizzzima.
    Quando si comincia?
    Facciamo almeno la settimana prossima che sabbbato, vabbè nun ce so i saldi ma ppasce, me devo anna’ a comprare l’abbigliamento adeguato…cioè…se disce adeguato? E’ italiano? Sì vvvero? Mariaaaaa

  16. utente anonimo

    non fai in tempo a liberarti delle Bratz che un’intera squadra commando ti assale alle spalle con sta sciunzata di MyLife…

  17. utente anonimo

    non potendo assolutamente dissentire da quello che hai detto, ho solo un appunto da farti: i Peter Punk sono (erano) un gruppo di tutto rispetto!
    o per lo meno, quanto può esserlo un gruppo punk minore e italiano.
    Avran fatto qualcosa di male, ma inserirli in una pubblicità così… così è davvero troppo denigrante.
    Boh!
    Complimenti per tutto il resto 😛
    Giulia n.
    ps. se proprio non mi credi vai sulla sempiterna wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Peter_Punk ^^

  18. utente anonimo

    Terribileee se fossi un Peter Punk farei denuncia!!!

    Dani

  19. utente anonimo

    Cioè, ma poi hai visto il messaggio quasi-subliminale a fregarsene delle leggi della strada andando SULLA LINEA DI MEZZERIA con lo scooter? bellissimo!
    E confermo: se fossi un Peter Punk li ucciderei…

    snail

  20. utente anonimo

    Che poi non so se avete notato una “finezza” le bamboline virtuali e poi anche le ragazzine che le imitano, c’hanno sempre le gambe messe storte, con i piedi all’indentro. E sapete perchè? Non è un caso, non fa schifo il disegnatore, ma è perchè Paris Hilton(regina di queste tipe e copiata più spesso di quanto si speri) le mette sempre così, semplicemente storte, non so perchè lo fa, ma ormai questa assurda postura la vedo ovunque in questi disegni per bimbe e pubblicità.
    cheers,Silvia:)

    PS:Mi riferisco a questa postura,spero che i link vadano:

  21. Per il commento sopra: la posa con le gambette storte non l’ha inventata la Paris, ma le ragazze giapponesi.
    Hanno le gambette storte per natura ma le enfatizzano perchè sono considerate kawaii.
    La è moda da anni, ci fanno pure le bambole.
    Chissà, magari my life è stato inventato in Giappone dove le gambe scianche sono regola.

  22. Sapete che invece secondo me PH vuole minimizzare disperatamente il suo 45 di piede? 😀
    (no, sul serio, ha il QUARANTACINQUE)

  23. Oramai le Bratz hanno rovinato un intera generazione (forse più di una…)
    Aerie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...