Voyager

Quando ho detto a mia sorella, spettatrice affezionata, che avevo una mezza intenzione di scrivere qualcosa su Voyager, mi ha detto «No, ti prego, no. (momento di doverosa riflessione) Beh, ammetto che possa essere un po’… stravagante».

Aggettivo interessante.

Voyager è il programma che, parafrasando i suoi intenti, cerca la verità nelle boiate e le boiate nella verità.
Se qualcuno, ignaro dell’esistenza del programma, mi chiedesse cosa sia esattamente, come potrei classificarlo? Fantadocumentario? Non saprei, ma almeno una volta nella vita bisognerebbe guardarlo; poi mai più, sia chiaro.

Il programma che arricchisce di scorie la nostra conoscenza si apre con una scena di un ipotetico futuro, per esemplificare è capitato l’anno 2190 o simili, in cui un uomo giace morto sul tetto di un grattacielo, finché viene raggiunto da due paramedici, i quali giudicano il suo decesso “reversibile”, poi mettono la sua carcassa in un laboratorio segreto, dove gli rigenerano gli organi.
Dopo un po’ di analoghe imbecillaggini becere, la storia si interrompe, perché è giunto il momento di dare voce ad un esperto che di nome fa nientemeno che Michio Kaku, presentato come luminare della fisica ma che chiaramente è un personaggio di Star Trek (serie Voyager, presumo; ma non è una giustificazione). Il suo compito, puntata dopo puntata, è quello di assicurare che tutte le futurate che ci hanno propinato nell’ultimo quarto d’ora saranno assolutamente possibili nei prossimi cinquant’anni o giù di lì.

Tutto ciò, anziché chiamarsi circo, si chiama anteprima; non smarritevi, il circo vero arriva dopo.

Gli argomenti sono pochi e mixati con cieco e fedele amore per il pastrocchio:

Argomenti base
Il santo Graal
Gli alieni

Corollari
Gli antichi Egizi (perché quasi certamente erano alieni)
I Cavalieri Templari (perché di sicuro sapevano dove fosse il Graal)
Machu Picchu (perché forse opera di alieni e ci sono un sacco di anfratti dove nascondere il Graal)

Storie di paura
Il Conte Dracula
I fantasmi che infestano i castelli inglesi
I fantasmi che infestano le metropolitane degli inglesi

In periodo di feste

La Sindone
Un bravo Papa
Un Papa cattivo del Medioevo

Non avete bisogno di altro. Dividete questo elenco in servizi che "la squadra di Voyager", come la chiama orgogliosamente Giacobbo, mette su apposta per confondere le carte della storia per renderla più interessante e utilizzabile per spaventare gli amici ad Halloween.

Credetemi, questo programma è una pugnalata perpetua nel costato di chi, come me, ama la storia.
Eppure ha un piccolo grande merito. Giacobbo lo ama. Si vede nella cura che ci mette, dal modo in cui crede alle cose assurde che racconta, dal tono con cui dice «la squadra di Voyager», come se si trattasse di un team di esperti anziché di persone eufemisticamente assai fantasiose.

Così cerchi di odiarlo e di trovare aggettivi crudeli, ce la metti tutta ma.. Se qualcuno mi chiedesse oggi com’è Voyager, pensando a qualcuno che ama così tanto il suo squinternato mestiere, altro non potrei dire, se non «Beh, è… stravagante!».

Annunci

29 commenti

Archiviato in Senza categoria

29 risposte a “Voyager

  1. “Il programma che cerca la verità nelle boiate e le boiate nella verità”: grande!!! grazie per la risata che, come sempre, mi fai fare…questa volta ancora di più perchè, anche in quanto archeologa di professione, quando incappo in Voyager non so mai se ridere o piangere! Per restare in tema, suggerisco a tutti un’occhiata alla parodia a fumetti della “stravagante” trasmissione qui:http://lario3.splinder.com/tag/voyager (ci sono capitata per caso e l’ho apprezzato un sacco)!

  2. Tra l’altro, tu, cultore della Storia… saprai sicuramente / non ti sarai mica fatto sfuggire che…
    Giacobbo era la voce di Paperino! TLGSB*!

    *(Te Lo Giuro Sui Beatles! :))) )

  3. utente anonimo

    “…cerca la verità nelle boiate e le boiate nella verità.”
    Mi inchino, questa è divina.

    Gianmario Busella (Nome d’arte)

  4. utente anonimo

    Voyager. Viaggio ai confini della deficienza…

    Lorenza

  5. Reg, sfuggitissimo.. e non ci crederei nemmeno.. se non fosse che MLGSB!

    Buongiorno a tutti!

  6. utente anonimo

    tutto tutto vero… però ti sei scordato l’onnipresente padrone delle tombe egiziane “l’archeologo” Zahi Hawass
    streghetta

  7. Ciao Streghetta!
    Beh, non l’ho menzionato perché Zahi Hawass è veramente un archeologo (forse egittologo più che altro), uno dei più capaci parlando di antico Egitto. Ma siccome nessuno è perfetto, non solo ha manie di grandezza e l’esternazione polemica molto facile: è anche amico di Giacobbo 😀

  8. “Il programma che cerca la verità nelle boiate e le boiate nella verità”
    Verissimo.
    Ricordo alcune puntate:
    quella su Harry Potter;
    quella su Nostradamus (ovvero, cambiando l’ordine delle sestine la profezia non cambia, anzi si può profetizzare qualsiasi cosa)
    quella su un feto di drago (!) in salamoia, rivelatosi uno scherzo dei nazisti per gli inglesi (buontemponi)

    Comunque noto che ti sei ammorbidito parecchio, colpa della pavoncella ? 😉
    Aerie

  9. ^_^
    Leggendo l’inizio del tuo post ho pensato all’eventualità che mio fratello si aprà un blog… e ho sentitamente ringraziato che non ne abbia alcuna intenzione!

    ^_^
    Solidarietà tra sorelle!

    (anche quando i fratelli hanno palesemente ragione ^_^)

    Cosa mi demolirebbe, fotogramma dopo fotogramma, il sangue del mio sangue?
    Prova ad indovinare!

    ^_^

  10. utente anonimo

    Ma come si legge, Micio Cacu?Oddio se non l’avessi linkato avrei creduto che era un nome inventato XD
    Ma hai dimenticato un altro luogo di riferimento dello stravagante “team di Voyager”….Rennes le chateau!!!
    cheers,SilviaB:)

  11. Io ero rimasta al Chupacapra XD

  12. Caro J. (e sorella), scusate, ma non sono mai riuscito a guardarlo per più di 3 minuti. Veramente.
    m9 (brevementeSTASERA)

  13. utente anonimo

    Hai ragione! 😀

    ribadisco il link di dendrite perché merita di brutto! lo seguo da una vita! 🙂

    snail

  14. utente anonimo

    E di “John Titor” che mi dici????
    Centinaia di puntate dedicate all’uomo che, nato nel 1998, dice di essere andato nel 2036 e poi di essere tornato qui per avvisarci dei nefasti avvenimenti futuri???

    Accidenti, notavo che a nessuno piace, ma tutto guardano il buon vecchio Giacobbo!!!!

    Aladel 🙄

  15. Il Chupacabra
    Gli alieni
    Gli antichi egizi
    Il santo Graal

    Cioè. Qualità vera 🙂

    (Devo ammettere che però sono cose che creano una certa dipendenza, a pensarci bene.)

  16. utente anonimo

    A proposito di Voyager volevo segnalarti il link al blog di un fumettista che seguo da anni (Lario3/Mulholland Dave) e che da qualche tempo ha consacrato Giacobbo alla fama di mito(mane), ma vedo che anche tu conosci bene il blog di Davide! 😉

    Fra
    (lettrice nascosta da una manciata di settimane)

  17. Che bella sinossi, mi ha fatto fare delle risate assurde!
    D’altra parte è vero, Giacobbo si fa voler bene!

  18. utente anonimo

    E i cerchi nel grano???!!!

    Mi sa che hai perso quella puntata…L’han trasmessa solo 37 volte (e non a caso per Nostradamus, gli egizi e Paperoga è un noto numero magico).

    Un’ammiratrice

  19. utente anonimo

    E qui so già che mi inamicherò qualcuno.
    Sono un fan di Voyager dai tempi in cui si chiamava ancora Stargate e viaggiava su La7 dopo le puntate del telefilm migliore in assoluto (Stargate SG-1, dieci anni indimenticabili) anche se forse Stargate Universe potrebbe dargli filo da torcere.
    Tornando al programma che iniziò pensato come appendice egittologa della serie , la quale poi ha sforato più su una vastità di popolazioni invece di rimanere fissata all’antico Egitto presente nel film, è inizialmente diventata una appendice di fanta-archeologia con dibattiti fra “cinici” e “sostenitori”.
    Dibattiti che all’inizio della trasmissione permasero, per poi sparire nel tempo, diventava difficile richiamare gli stessi cinici per ripetere le cose già dette, più facile convincere invece i “sostenitori”.
    La trasmissione ha una funzione di intrattenimento, seguita da molto interesse da Giacobbo perché gli porta da mangiare a casa. Inoltre ha la funzione di stimolare la fantasia. Io comprendo che è difficile da digerire per alcuni, i labirinti in cui si inoltrano per trovare spiegazioni improponibili a determinati eventi o situazioni. Non è impossibile che fra qualche tempo si rivalutino tutte queste teorie fantasiose, in fondo anche l’idea di Cristoforo Colombo di raggiungere l’asia passando per ovest, e che quindi il pianeta fosse rotondo, era presa come pura follia.

    Senza contare che molte sono leggende, eppure si dice sempre che le leggende hanno qualche fondamento di realtà per persistere. Quindi forse c’è della realtà anche nelle “boiate” che raccontano.

    Il feto di drago era sì una burla, ma non dei nazisti, ma del ritrovatore del feto, il quale ha usato tale copertura mediatica per pubblicizzare il suo futuro libro sui draghi.

    Jonh Titor veniva del futuro, è andato nel passato per recuperare un vecchio computer in grado di risolvere il problema dell’orologio unix, e si è “fermato” nel ’98 per una promessa fatta al nonno.

    In ogni caso gli argomenti di base sono I Cavalieri Templari e Renné le Chateaux, corollari il santo graal e gli Egizi quando l’egittolo Zahi Hawass ha qualcosa da mostrare, e poi discorsi vari. Carino l’episodio secondo cui Dante con La Commedia descrisse dei territori islandesi che portano in un ammasso roccioso dove si suppone la presenza di uno spazio vuoto non naturale.

    Purtroppo negli ultimi tempi non lo sto seguendo perché oramai sono anni che ripropongono sempre gli stessi argomenti e io mi annoio facilmente.

    A.S.

  20. Mannaggia, due estati fa sono andato in visita in Islanda e, non avendo mai visto Voyager, non ho potuto cercare lo “ammasso roccioso dove si suppone la presenza di uno spazio vuoto non naturale”.

    Quello che posso dire e` che comunque adesso mi sono incuriosito, penso che mi guardero` la prima puntata utile.

    Sperando che parli di alieni templari che vivono nella famosissima cittadina egizia di Rennes le Chateaux adoranti del sacro graal… giusto per non farmi mancare niente.

    Ossequi.

  21. A.S., posto che non riuscirai mai ad inimicarti me (e penso proprio nessun altro, ci mancherebbe, per cose così sceme): suvvia, qui era tutto umorismo, non è scientifico niente di quello che è scritto in questo blog (di cui ho sempre ribadito l’assoluta tendenza all’approssimazione e all’esagerazione umoristica), nemmeno quella cosa sui nazisti di Aerie, che era palesemente una battuta.

    Prendi tutto troppo sul serio, vecchio mio.

    Detto ciò, mi preme magari dire che il misto mare tra verità e scemate galattiche à la Dan Brown sia ben diverso da un’intuizione di portata amplissima come quella di Colombo, che era straordinaria rapportata comunque alla sua epoca, in cui tutto si fondava su teorie più o meno sghembe, rette da basi empiriche e il più delle volte ingenuotte.

    In segno d’affetto, un giorno di questi ti mando un drago in bottiglia (pur non essendo un ufficiale nazista, farò questo sforzo)

  22. utente anonimo

    Per quanto sia vero che prendo molto sul serio anche cose ilari, non era questo il mio intento 😛 Ammetto che mi sono dimenticato delle faccine e rileggendo il tono era più serioso del voluto.
    E’ che sono pignolo di natura per cui le varie rettifiche fatte nel mio post non era fatto con cattiveria od offesa per una imprecisione, solo la mia natura che emerge 😛

    Chiedo Venia per essermi esposto in maniera troppo dura 😦

    In ogni caso, a parte che Dan Brown non mi ha entusiasmato, la teoria che la Maddalena fosse la moglie di Gesù di Nazareth non è una teoria del tutto prima di fondamento, del resto Dan ha preso spunto da una tesi archeologica piuttosto seria, come ad esempio non è stato il Priorato di Sion che è troppo recente per potergli affibbiare la carica di custode del “segreto” 😛

    Cordialmente, il Chimico Pignolo
    A.S.

  23. Eh no, caro il mio bel chimico, ti ho capito sai.. Tu non vuoi il barattolo col drago, per questo fai retromarcia!
    Non ti illudere, te lo mando lo stesso, ahr ahr!

  24. utente anonimo

    scusate, scrivo con un ritardo unico, ma solo per dire due cose:

    In primis che vi siete persi la storia per cui Michelagnolo Florio sarebbe il vero nome di Shakespear (che quindi sarebbe siculo).

    E pare che ultimamente qualche Corte abbia sostenuto che in effetti Shakespear potrebbe non essere Shakespear … chiaro no?

    PS: ovviamente ho chiamato Michelagnolo l’ultimo pupazzetto di peluche che mi han regalato. Il primo si chiama Piccettino (By RatMan)
    Secondo che sul Mucchio Selvaggio di aprile v’è un articolo spassosissimo in merito al programma.

  25. Ok, solo una cosa: e il “chupacabras” dove lo metti?
    Ben riletto, Jon!

  26. hah ahahah allora non sono solo io.. bene.. e non tralascierei il modo fantascentifico di chiudere la trasmissione con un colpo di scena e movimenti di mani degni di david copperfield…

  27. Giusyna

    Jon, ho perso il conto delle volte in cui ho citato, con dovuti crediti, la tua frase “la trasmissione che cerca la Verità nelle Boiate e le Boiate nella Verità”.
    Continua, dopo tutti questi anni, ad essere la più concisa e precisa descrizione esistente.
    Oggi ti ho nuovamente citato, come commento ad un post su Facebook, nel quale un mio amico ha informato, strizzando l’occhio, del ritorno del mitico Giac e del suo “Boyager”.

    Per chi non ha un account FB:
    “VOYAGER – AI CONFINI DELLA CONOSCENZA TORNA IN PRIMA SERATA IL 23 DICEMBRE per 5 lunedì consecutivi, alle 21.10 su Rai Due. La prima sarà una puntata speciale interamente girata a Gerusalemme alla ricerca dei luoghi dove è realmente passato Gesù di Nazareth. E non solo: le telecamere di Voyager entreranno in esclusiva all’interno delle aree chiuse al pubblico della Spianata delle Moschee e delle fondamenta dell’antico Tempio di Erode, a ridosso del Muro del Pianto.
    Infine, Roberto Giacobbo esplorerà la Gerusalemme sotterranea, alla scoperta dei più recenti scavi archeologici che hanno portato alla luce alcuni reperti sorprendenti.”

    Contenti? 😀
    Buone Feste e Sereno 2014 a tutti 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...