Avrei Una Domanda

Le donne italiane sono stupide?

Il mio è un interrogativo sincero.

Nessuno si indigni, però, facciamo un passo indietro.
Cercherò di spiegare al meglio le ragioni del quesito.

Ognuno fa, spesso con segreta vergogna, qualcosa di sciocco.
Chi ha tutti i cd degli Aqua, chi si guarda le televendite Mediashopping con soddisfazione, chi ha comprato il libro di Cotto e Mangiato (tipo mia madre, santa pazienza).

Io leggo spesso il Corriere della Sera Online, che ci posso fare.

A parte quella volta in cui uno ha scritto di un bimbo che, poverino, era stato ucciso dalla propria madre, qualificando la cosa come “matricidio”, ho tendenzialmente considerato il Corriere come il giornale online italiano che riesco a leggere senza morire soffocato dalle risate o dall’anti-peristalsi.

Inutile che mi lagni dei consueti aggiornamenti delle avventure dei soliti criminali con dolci metà facilone a seguito, ormai son cose che si sanno essere il pane quotidiano, macché: il dessert sopraffino dell’italiano medio.

E sorvolerei sulle notizie in generale per le ragioni di cui sopra, limitandomi ad allegare la seguente immagine, che assicuro essere stata presa da me così come stava dal sito.

Qualcosa mi dice che gli esperti sono
pinguini
Ora, quella frase presa con tanto di virgolette che si pretende venire direttamente dalla voce degli "esperti", a voi non ricorda niente?

 

Ma queste son cosette, il bello deve venire.

Quello che ho letteralmente studiato per lunghissimo tempo e che, finalmente, vorrei sottoporvi, specialmente per chiedervi cosa ne pensiate voi, è una sezione del Corriere Online, chiamata LeiWeb.

Ora, io aborro i giornaletti e in generale tutte le cose che applicano la dicotomia maschietto/femminuccia. Finché un grembiule è rosa e l’altro è azzurro, amen. Ma passata la scuola d’infanzia, periodo che molti avrebbero dovuto approfondire, basta.

Odio quel manuale del maniaco sessuale palestrato che è Men’s Health (mangia un sedano, bevi un succo e fai quattro flessioni: perfetto! Ora a letto lei non si dimenticherà mai più di te) al pari di quella pessima carta da imballaggio che è Cosmopolitan (mestiere per mestiere, scegli l’uomo adatto a seconda che tu voglia una botta e via o una relazione stabile: contabile o pompiere?)[1].

Insomma, mi irritano tutte quelle forme di intrattenimento della cui paternità generalmente ci si dovrebbe vergognare.

Giocoforza, provo una repulsione profonda, acuita dall’incredulità, per LeiWeb.

Prendiamo, solo per un istante, il New York Times.

Le cose frivole e inutili ci sono, com’è "normale" che sia, ma sono nettamente in secondo piano, giacché in risalto ci sono le notizie vere, poi l’arte, la storia, la scienza, ecc.. con articoli appassionanti, articolati e scritti meravigliosamente, con ricerche vere ed immagini di grande interesse.

Non c’è il gineceo delle stupide. Perché è quello che viene offerto, in Italia, dalla versione telematica del Corriere della Sera.

Infatti, tornando rapidamente a noi:
 
L’altro giorno era il compleanno della figlia Jolie-Pitt. Non so quale dei tanti, una biondina, jure sanguinis. Chi se ne frega, direte voi e io sarei pure d'accordo: era anche il mio compleanno questo mese, ma non ho creato un libretto commemorativo sui miei calzini.
E invece, a chi si occupa di LeiWeb, è apparso il caso di creare una galleria di quasi cinquanta foto per approfondire non solo il suo stile, le contaminazioni e le preferenze in fatto di accessori (ricordo che va all’asilo, eh), ma anche una comparazione critica con lo stile decisamente più glamour e vezzoso di suocerina Suri Cruise che, per quegli ottimi che non la conoscono, è una bambina che non ha ancora cinque anni ma indossa i tacchi tutto il giorno. Tra dieci anni la sua schiena sarà dritta come un ulivo centenario.

Tempo prima, un’altra ricchissima galleria fotografica includeva un quiz simpaticissimo in cui si doveva indovinare se Aida Yespica abbia rifatto seno o natiche, se gli zigomi di Eva Longoria siano veri o no e così via. Ho anche giocato e, in caso di risposta azzeccata, si complimentavano per l’occhio di lince, in caso contrario venivo sbeffeggiato per la mia ignoranza in fatto di blefaroplastiche.

Il resto è:

  • tutte le mamme VIP
  • I nomi dei figli delle mamme vip
  • Decora la tua casa come si decora quella di Sex and The City (vale a dire un bordello turco arredato con l’ausilio dei gemelli DSquared e no: non è un complimento)
  • Dieta dei ravanelli, della mela, dello yogurt (l'importante è che ci si basi su uno svenimento, immagino)

Di seguito, ora, qualche titolo in stretto copia-incolla, per farvi capire quanto è alto il livello del fango pronto a sommergerci:

«E tu, sei mai entrata in un sexy shop? E andresti in una erotic boutique?» (dipende se ho un attimo di tempo tra la lavatrice e Pomeriggio Cinque)

«Dai film sui supereroi al palcoscenico: le star copiano le tutine stretch ispirate ai fumetti»

«Tredici abiti per tredici attrici, unico "accessorio" comune, l'ambita statuetta dell' Academy Awards. Sai riconoscere la star dal vestito che indossava?» (un test di intelligenza psico-cognitiva, che bravi)

Alla luce di tutto questo, a nessuno, anzi, diciamo meglio: a nessuna è venuto in mente di dire che alle donne fanno leggere le porcherie?

Agli uomini dicono di fare esercizio fisico e di gettarsi nella carriera di promotore finanziario: non sarà un invito a guadagnarsi il nobel per la letteratura ma il tutto è tendenzialmente innocuo e avremo un cuore sano.

Alle donne si fanno vedere le vite degli altri, la chirurgia estetica, l’assenza di difetti in un volto di Photoshop che ricorderà loro lati brutti che non possiedono.

Non mi è capitato di leggere niente che esuli da uno stupido tappeto rosso, niente che sproni a creare arte, a imparare o insegnare. Le donne non studiano, non scoprono molecole di che so io, non vanno alle mostre? Stanno sempre a casa a vedere che borsa si compra Paris Hilton?

«Leopardato si, leopardato no…questo il dilemma da sciogliere per due note star della tv», non dà nulla, è immensamente idiota. E’ vuoto nel senso peggiore del termine perché è riempito di vuoto.

Ed ecco, ora avrei una domanda che a questo punto non solo appare legittima, ma doverosa.

Le donne italiane sono stupide?

[1]articolo veramente scritto e, ancor peggio, veramente pubblicato.

Annunci

72 commenti

Archiviato in Senza categoria

72 risposte a “Avrei Una Domanda

  1. Eh, bella domanda. Diciamo che no, non tutte.Però c’è ‘sta cosa che… ecco, in genere rido dei fanatici della cospirazione (anche perché spesso tirano a mano templari, alieni, atlantidei, ecc.), però ultimamente ho il sospetto che ci sia in atto un’Operazione Stupidità in grande stile.Voglio dire, i media parlano solo di cagate – excusez moi pour le français – e tutto quello che viene “mediato” al pubblico (sulla cui intelligenza m’interrogo anch’io) è inutile o dannoso, così cresce nutrito da questo nulla che a sua volta gli mangia il cervello (o quello che precedentemente abitava lo spazio fra le orecchie, adesso occupato dal numero diretto di Media Shopping).Voluta o meno, non lo so, ma sembra piovuta dal cielo per assistere chi comanda. Sarebbe geniale, visto che c’è una quantità mostruosa di cose che vanno a puttane e quarantotto, ma una volta lobotomizzato dall’Operazione, il cittadino/spettatore non alza nemmeno il dito per protestare, che tanto è impegnato a fare zapping tra un talk show sulle madri che s’ingroppano i morosi delle figlie e un monografico sulle tette VIP scoppiate quest’anno.P.S. Ultimamente leggo il blog de L’Antefatto, e poi colgo qualcosa qua e là, ma effettivamente le notizie vere fanno girare i coglioni come una coppia di criceti che trombano sulla ruota, quindi – a volte – posso anche capire chi preferisce restare all’oscuro di tutto.

  2. Oddio… non è che hai una domanda di riserva?Ah… questo mese il tuo genetliaco e non avverti, diamine ti si portava una bella torta, uno spumantino, due tartine.No ok, auguri in ritardo e scusa che non mi ricordo la data, che magari l'anno scorso l'hai pure detta ma non me la ricordo proprio.Auguriiiiii!Uhm… vado và. l'asilo mi attende!^_^

  3. Buonasera!Rabb-it, non credo di aver mai detto del mio compleaano, d'altronde le torte sono sempre ben accette Giudappeso, concordo su tutta la linea. Ragion per cui, la prossima volta che metti tutto 'sto francese in un pensiero di ottima qualità, ti cerco e ti strangolo di persona….. 

  4. utente anonimo

    semplicemente, tristemente e brevemente:Si

  5. @Jon su Giudappeso: il poverino voleva solo mostrare che sapeva l'idioma :DRispetto al post: la risposta è sì. Ora le lettrici femminili mi mangeranno le palle (qualcosina di francese la conosco anch'io) con olio e sale, ma credo che le donne italiane siano stupide o io ne conosco la parte peggiore: spesso alla guida sono delle perfette idiote prepotenti, usano a stento la tecnologia più avanzata (smartphone, photoeditor) e qualcuna ha problemi con il selfservice della benzina oppure litiga col fax e con la caldaia……insomma, probabilmente quelli del Corriere o conoscono la mia stessa parte dell'universo femminile oppure si accontentano di avere lettrici insulse.No, io non mi accontento di questa teoria. Ho altre due ipotesi, più o meno collegate tra loro (omnia munda mundis… e qua non c'è niente di pulito):1) se sono intelligenti, vorranno leggere qualcosa di rilassante, dopo una giornataccia a litigare con quei maschi violenti e prevaricatori. "Diamo loro le brioche!"2) se sono realmente stupide, non capiranno nulla delle cose più sottili, quindi è inutile pubblicarle. "Ma non ci conviene mica educarle a capire: potrebbero pretendere di più, e magari urlare e lottare per ottenerlo. Teniamole schiave!"

  6. Delurko per dire una cosa che mi preme:Regulus, se vuoi oltre all'olio e il sale mi porto il peperoncino da casa, così, per darti più soddisfazione πŸ˜€ D'altra parte mi sembra tu sia cosciente di aver scritto cose discutibili, per cui non infierirò esigendo anche del bratwurst nel delizioso piatto.Scherzi a parte, @JonLooker: la soluzione è che molte di noi quelle pagine non le leggono. Semplice. Oppure se lo fanno ci ridono su perché è chiaramente qualcosa che non puoi prendere sul serio. Chi dice che non spegne MAI il cervello con qualche cazzata secondo me mente; a me in genere delle cose esplicitamente destinate alle donne frega davvero poco,  però so a memoria Hot Shots!2, che non è certo in cima alla classifica del divertimento intelligente. Non me ne vanto (bè, un po' sì), ma è così.Quindi? Quindi niente, il corriere e compagnia secondo me esprimono solo la pigrizia della cultura mainstream per cui il wish fulfillment maschile è "diventa muscoloso, fatti una posizione" e quello femminile "fatti bella, commenta acidamente quelle più belle di te". Roba da anni '50 insomma. Non so se guardi Mad Men: tante volte ho l'impressione che ciò che lì viene presentato come retrò e superato, qui in Italia sia ancora realtà… almeno nella mente di pubblicitari e affini :

  7. utente anonimo

    Prima di tutto: Buon compleanno πŸ˜€

    Secondo: per rispondere al tuo quesito, direi che si, ovviamente ci saranno delle donne italiane stupide, così come ci saranno degli uomini italiani stupidi, insomma, sarebbe un'utopia pensare che esistano solo persone intelligenti..tuttavia quoto regulus21 quando dice che probabilmente potrebbe anche essere un momento di "rilassamento cerebrale" la lettura di sciocchezze, magari dopo una giornata di "lavora, pensa alla famiglia, assuppati (sopporta in siciliano, nda) la suocera e pure i bambini, sistema la casa e goditi i tuoi complessi quotidiani su quanto sei cessa, etc". Magari sono donne intelligenti che la mattina leggono il Corriere o Repubblica e la sera sono così sfatte che l'unica cosa che vogliono è spegnere il cervello e fare finta di essere un'ochetta di vent'anni che fa le diete e diventa una figona πŸ˜€ (si ok, è dubbio quanto una donna alta 175x 50 kg sia figona, ma anche io -ahimè- sono stata risucchiata nel vortice del magro è bello, lo confesso, mea culpa).Quindi, per finire questo pippone (ehi, non potevo mettere neppure io un francesismo, mi sono presa d'invidia), si, esistono donne stupide, che leggono questa roba come se fosse la bibbia, ed esistono anche donne intelligenti che la leggono per svago. Un po' come quando si guarda Voyager perchè in tv non c'è Zelig v_vDetto questo, torno a studiare (che tristezza ;_;) buona giornata caro buon vecchio jhon looker :DGinevra

  8. utente anonimo

    Ciao!Innanzitutto volevo farti i complimenti per il blog, l'ho scoperto da poco e mi piace veramente tanto.Il weekend scorso, al mare, mi sono portata dietro la prima rivista che ho trovato a casa, mi sembra fossa un Men's healt di qualche anno fa. Un'articolo di 4 pagine dava consigli su come tradire la fidanzata/moglie quando lei era in vacanza. Una prima parte era dedicata alla scelta della "preda" : donne che frequentano palestra o giardinetti; le prime perché le donne che vanno in palestra lo fanno quasi certamente per rimorchiare, le seconde perché se hanno dei bimbi piccoli sono quasi di sicuro in crisi col marito e quindi cercano una relazione extraconiugale. In entrambi i casi si tratta di donne facili e senza pretese che, quando torna la tua compagna, puoi mollare senza che ti si attacchino come cozze allo scoglio. Poi spiegava i vari metodi per non farsi scoprire. Alla fine c'era un piccolo corollario: "se non sei sicuro di reggere la situazione non la tradire, per compiere un tradimento devi essere un uomo forte e avere autocontrollo, altrimenti un'esperienza piacevole come un tradimento potrebbe trasformarsi in una fonte di stress".Un'altro articolo faceva il verso a quelli sulle diete per le donne: c'erano 5-6 ricette per cocktail ognuno con l'aggiunta di integratori energetici specifici per la muscolatura che volevi ottenere.Nturalmente tutte le foto sono di modelli-e, non di uomini comuni.Mia madre scrisse un articolo di giochi enigmistici da fare sotto l'ombrellone su questo numero (è per questo che l'avevo) . Mi ricordo che lo ha dovuto riscrivere più e più volte perché l'editore lo voleva sempre più facile. Alla fine gli anagrammi erano su parole di massimo 4 lettere… e gli altri giochi adatti a un bamibno di massimo 8 anni.Scusa se ti ho fatto un tema… volevo solo dire che anche i giornali per uomini propongono un modello di vita che, arrotondando per eccesso, circa l'1% dei lettori può e vuole seguire (almeno spero sia così).La stupidità non fa grosse differenze di genere, a quanto credo πŸ˜‰

  9. utente anonimo

    Scusa, non mi sono presentata sono Giulia alias commento 8.Ciao

  10. Io quoto Giudappeso, confermando anch'io ovviamente che stupide in giro ce ne sono a migliaia così come ci sono degli stupidi allucinanti.Solo che non sono mica solo i media a volerci stupidi, è la società anche che vuole continuare a imporci dei ruoli. Ad esempio, l'idea di donna femminile è appunto quella frivola, sembre ben vestita, ben pettinata, ben truccata, i cui unici scopi nella vita sono la casa, i figli, il marito e i pettegolezzi.Mentre l'idea del maschio virile è appunto il palestrato, macho, gran scopatore (scusate ma non sono io la francesista di famiglia) e con un lavoro di successo, nonché del tutto incapace di badare alla propria igiene casalinga.Ma non pensare neanche per un istante, che solo perché sul NYTimes le notizie frivole sono in secondo piano, in America vadano molto più in là di noi. Prendi un qualsiasi telefilm americano: la donna bella, elegante e  intelligente sarà comunque una cuoca impeccabile e una casalinga eccellente, mentre l'uomo è sempre un po' trasandato e disordinato (o comunque un donnaiolo eccellente), segno che neanche loro riescono a discostarsi dal binomio donna-casa-perfezione e uomo-lavoro-donnaiolo-incapace domesticamente (anche se in realtà la casa buttata all'aria sta scomparendo gradualmente dall'immagine dell'uomo che vive da solo, per fortuna… per quel che mi riguarda tra me e il mio moroso la casa in cui sembra sempre essere appena scoppiata una bomba è la mia XD).Inoltre il Times è un giornale per un determinato target… il resto del paese invece vessa in condizioni veramente tragiche socialmente.La verità comunque è che se realmente volessimo svagarci con delle 'cavolate' ce ne sono di molto più intelligenti che non offendando il nostro amor proprio. Che un conto sono i pettegolezzi (prima o poi attirano tutti, fossanche solo per l'attesa del dentista), un conto è: diventa anche tu come Carrie di Sex and The City!!! Vestiti come lei!! Fatti tutti gli uomini di Samantha e la casa di Charlotte!! Ci regalate anche il loro conto corrente magari? Delle attrici eh. Sì perché comunque per quanto quel telefilm sia ormai un'icona femminile, la protagonista principale, sinceramente parlando, è un'idiota. Corre dietro a uomini realmente pessimi e aspetta dieci anni il coglione che intanto ha deciso di farci il giro del mondo tramite patata, perché poretto, non è in grado di sostenere legami impegnativi. Intanto annaspa economicamente un giorno si e uno no perché è una shopaoolich (si scrive così?) mica da ridere. Da terapia praticamente. (In America ci sono seri problemi di controllo per lo shopping compulsivo tra le persone. Lo sapevi che appena uno compie diciotto anni gli arrivano in regalo, dal nulla delle carte di credito? Giusto per non suggerire eh.) L'unica che avrebbe veramente avuto una speranza di cavarsela nella vita reale tra le 4 era Miranda, perché ho idea che fuori dal telefilm il cancro non sarebbe stata la cosa peggiore capitata a Samantha (che rimane comunque il mio idolo per la libertà sessuale femminile) e Charlotte starebbe ancora cercando il principe azzurro.Vanno bene le notizie di moda (se realmente tutti la smettessero di utilizzare manici di scopa al posto delle donne vere), cosmesi, cinema… ma che ampliassero un po'… con un po' di capacità creativa si possono fare fantastici articoli leggeri su qualsiasi materia (storia, geografia, sociale) che vanno giù come l'acqua (mica devono fare dei trattati!).Solo che le persone che sanno scrivere così vogliono essere pagate bene, 1, e ti tocca lavorarci sopra all'articolo, non basta farsi il giro veloce dei blog nella rete, 2. Inoltre, c'è appunto il rischio che poi, noi ci emancipiamo (e intendo pure i maschietti. sia mai che si interrompa la cruciale decisione su quale pillola per lo sviluppo muscolare è meglio prendere o la posizione per far impazzire la gallina di turno) smettendo così di interessarci a cose stupide, 3.Per fortuna dopo le superiori io ho conosciuto soprattutto persone che in questi ruoli ci stavano molto male (a parte un sacco di ragazze che purtroppo morirebbero piuttosto che lasciare la casa in disordine qualche giorno in più solo per riposare e alcuni ragazzi che rimanevano testardamente penecentrici). Comunque finché la società continuerà a dire che la donna deve essere brava e bella e l'uomo forte e virile e che i ruoli predefiniti sono belli, sicuri e accettati, sarà dura che nelle teste ulteriormente bacate degli editori cominci a passare l'idea che non siamo così imbecilli. L'idea naturalmente arriverà da un calo di profitti, il che evidentemente non è ancora avvenuto (alè!) XDScusate la lunghezza ^^'

  11. utente anonimo

    http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/10_maggio_31/premio-cervelli-femminili-in-fuga_efc19d0a-6cb3-11df-b7b4-00144f02aabe.shtmlC'è anche questo fortunatamente sul corriere…Non sapevo dell'esistenza di LeiWeb… ma Cosmopolitan l'ho persino comprato una volta. Ero appena stata mollata dal mio moroso con un sms, avevo bisogno solo di demenzialità…:)Valentina (quella della simmenthal cotta) 

  12. utente anonimo

    "Alle donne si fanno vedere le vite degli altri, la chirurgia estetica, l’assenza di difetti in un volto di Photoshop che ricorderà loro lati brutti che non possiedono.Non mi è capitato di leggere niente che esuli da uno stupido tappeto rosso, niente che sproni a creare arte, a imparare o insegnare. Le donne non studiano, non scoprono molecole di che so io, non vanno alle mostre? Stanno sempre a casa a vedere che borsa si compra Paris Hilton?"…davvero grazie soprattutto per questo pezzo.Per il resto, non conoscevo questa sezione del Corriere e voglio solo sperare che sia l'ennesimo flop o, in ogni caso, una cosa seguita da poche. E che quelle poche al massimo lo usino per spegnere 5minuti il cervello per poi tornare a "scoprire molecole".Oggi c'è il sole, sono stata ottimista.cheers,Silvia

  13. Ohibò.Io non penso che le donne italiane siano stupide.Penso che gli convenga far finta di essere stupide.E incapaci, e imbranate, e con la schiena di vetro…….Perchè una (finta )scema, per quanto sia cessa, ignorante, e nullafacente, avrà maggiori possibilità rispetto a una più carina, ma intelligente, e che non ha paura di dimostrarlo, e che in più è anche (ahi, ahi ahi!!) indipendente, di essere apprezzata.Perchè (la maggior parte degli) uomini dice – a parole – di preferire una compagna dotata di neuroni, una con cui giocare alla pari, ma poi, alla prova dei fatti, davanti a queste si defilano.Non voglio dilungarmi, ho detto tante volte queste cose sul mio blog, sempre più rancorosa, ma questa è stata ed è tuttora la mia esperienza.i miei, purtroppo (!!) per me, mi hanno istruito ed educato ad essere una persona indipendente, che fa buon uso del proprio cervello.Purtroppo per me, perchè attorno a me vedo le oche più oche servite e riverite, mentre a me tocca sempre tirare la carretta o avere a che fare con uomini "defilati", pronti però a fare il cavalier servente dell'oca di turno.Spero di rinascere cretina, o aver la presenza di spirito di fingere di esserlo.E scusate l'amarezza!!!!

  14. Donne o uomini, quelli proposti sono stereotipi d’annata, spesso sbagliati – che Poggy accosta giustamente agli anni ‘50 – così c’è Diva e Donna e c’è Men’s Health per le fashion victims e i maschietti metrosexual, ma pure i sempre verdi Gente, Stop, Oggi, Gente Motori, ecc. per la massa (uniformemente ritenuta cretina da editori e pubblicitari) fino a Cioè e Top Girl, perché un allevamento di polli e galline in batteria va iniziato coi pulcini.Spesso però – quando va bene – è solo svacco mentale, una stupidaggine letta ogni tanto per relax, ma quando anche le testate che dovrebbero parlare di cose serie saltano il conflitto d’interessi o la nuova legge fatta alla mentula canis (vediamo se vi piace il latino) per parlare dell’orsetto Zippo o del nuovo giovanissimo fidanzato  della VIP d’annata, allora c’è la malafede. E allora è chiaro che dovendo scegliere tra il nulla e il niente, la gente si basa solo sulla confezione. Per il resto, quoto Heresiae.Quanto al francese, a volte lo sdegno può esprimersi solo in un fluente turpiloquio, credetemi.

  15. Confesso che anche io leggo quotidianamente il Corriere on line, ma non mi ero mai accorta dell'esistenza di questa LeiWeb.Come diceva qualcuno, "stupido è chi lo stupido fa", e mi riferisco alle donne che in rete cercano solo questo tipo di "letteratura". Non c'è nulla di male nell'evasione delle frivolezze, purchè non diventi unico obiettivo di lettura. Ecco, questo è deplorevole. Secondo me.P.S. anche io compleanno in maggio … siamo nati lo stesso giorno?

  16. ho un rifiuto feroce e atavico per tutto cio' che ha un'indicazione di genere da quando alle elementari, fuori da scuola, l'omino che regalava album delle figurine dei Calciatori Panini (una volta lo facevano.. adesso e' vietato) si rifiuto' di darmene uno perche' ero una bambina! per quel che mi riguarda possono ingolfare il web e le edicole di riviste con su fiocchi rosa e azzurri che comunque continuero' a snobbarli e a leggere o consultare quello che mi pare.. anche se non sono del genere giusto

  17. Giusto per far capire che ero consapevole di tornare a casa coi segni dei denti sui testicoli, io leggo regolarmente "Gossip" (Operazione gossip, nella colonna di destra) di repubblica.it, che contiene commenti più che sarcastici sulle stranezze di divi e pseudo-tali. Quello sì, mi va bene! πŸ™‚

  18. Quello è fantastico!!!

  19. Réponse brève: no.Réponse longue: non vedo un problema nell'esistenza di pagine a contenuto frivolo, se esse costituiscono un ambito separato circoscritto.Temo che il danno maggiore provenga da servizi come questo qui in cui due livelli, gossip e cronaca, sono mescolati e confusi e con essi i rispettivi parametri di giudizio.Un'arma di distrazione di massa? Vista anche la padronanza della grammatica e del buon senso nelle redazioni, sono più per l'adagio anglosassone cock up before conspiration.

  20. utente anonimo

    Quando sento una donna lamentarsi elencando tutti peggiori stereotipi maschili, non faccio altro che dirle: "Il problema non sta negli uomini, ma negli uomini che frequenti tu".Ovviamente, questo vale anche per l'altro sesso.Una delle mie migliori amiche è istruttrice di guida, praticamente tutte noi (amiche del mio giro, intendo) siamo tecnologico-dipendenti, la maggior parte, come me, adora anche giocare alla Playstation (miei record: 7 ore filate di Resident Evil  e 6 di Abe di Oddworld … non nello stesso giorno però  :-DD ). Preferiamo un documentario o un  film di fantascienza a un film scemo alla … mi astengo dal fare nomi per non urtare i gusti di nessuno.Io come secondo lavoro sono un "software doctor" e nel primo uso il pc, non seguo nessun reality e ovviamente non leggo giornaletti per Q.I. a due cifre. Recentemente ho cambiato il gruppo di scarico del mio lavandino di cucina, quando ho affittato la casa ho aggiunto da sola i frutti della Ticino alle prese, e se devo appendere qualcosa in casa, prendo il trapano e faccio da me.Del resto conosco uomini che vivono da soli e si cucinano, lavano e stirano. Non è vero che sono tutti inetti mammoni.Il target di ciò che tu descrivi è una minoranza di minorate, che per selezione naturale, si spera, sono destinate ad uomini che non sanno nemmeno cosa siano Discovery o History Channel, ma in compenso non hanno mai perso una puntata dell "Isola dei Famosi" e conoscono a memoria le formazioni di tutte le squadre di calcio.A ciascuno il suo, diceva Sciascia   πŸ™‚

  21. utente anonimo

    Scusate, abituata a commentare sul sito di Openshockdom, che ha il mio nome in memoria, ho scordato di firmare il commento # 20.Giusy

  22. Mi delurko dopo lunghissimo tempo perché hai toccato un argomento che a me sta profondamente a cuore.Non so molto delle donne italiane poiché non ne ho mai frequentato un gran numero, e in più, come diceva Samaranelpozzo, possono pubblicare tutte le scempiaggini che vogliono per un sesso o per l'altro, io leggo ciò che mi interessa.Ora, io sto vivendo in Giappone. Dire che ogni giorno rimango basita dall'ocaggine delle donne e ragazze del posto è un mero ufemismo. Queste poverette non hanno altri interessi oltre il trucco, la moda, la marca di ciò che comprano, il parlare come lobotomizzate che aspirano elio e camminare con le gambe storte (a Tokyo).Non hanno interessi all'infuori di ciò, sono educate a non averne. L'indipendenza è una cosa brutta e non attraente, quindi va evitata come la morte. Lo so che sto esulando dal contesto, ma per un motivo ben preciso: penso che questo paese sia un esempio (estremo) di cosa può questo condizionamento mentale secondo me totalmente doloso operato dai mass media.Al punto che chi è intelligente finge la cretineria per essere accettato dalla società (uomini e donne, ovviamente. ma agli uomini viene chiesto meno sforzo).Io farei la domanda in un altro modo: stanno cercando di far diventare le donne italiane così stupide?e buon compleanno! πŸ˜€

  23. Ho innanzi tutto trovato agghiaccianti nel senso più letterale del termine i raffronti di stile tra due bambine di 5 anni. Una sorta di terrorismo psicologico per instillare senso di inadeguatezza già in età prescolare.Stamattina, a proposito di instillare senso di inadeguetazza, apro la casella mail e mi ritrovo vari messaggi pubblicitari, con tanto di indicazione di NOME E COGNOME, che mi invitavano a perdere almeno cinque chili prima dell'estate… così, a prescindere, perchè tutti hanno bisogno di perdere peso sempre e comunque.E questo, sì, come dici è una minaccia alle basi della nostra intelligenza, perché non facciamo che ricevere da ogni parte impulsi sbagliati, dappertutto, dalla radio, dalla televisione, dai cartelloni pubblicitari pieni di poppe al vento (rifatte e levigate con photoshop) anche per reclamizzare un apparecchio acustico. Migliaia di intelligenze, migliaia di potenzialità di una o due generazioni (anche di maschi, ma soprattutto di donne) che stanno facendo la fine dei topi che seguendo il pifferaio magico finirono nel burrone, migliaia di teste che spostano tutte le loro attenzioni verso falsi problemi.E mentre i guai di una generazione intera sembrano essere solo, per citarti, "la borsetta di Paris Hilton", le energie di una vita se ne vanno inutilmente, anziché essere impiegati in usi che darebbero loro maggior valore.Per creare qualcosa serve impegno, fatica, una costanza quotidiana che oggi non ha più spazio per essere "pubblicizzata", perché tutti i canali di comunicazione sono intasati da chiappe e labbra al silicone.Andrà a finire che smetteranno di leggere notizie al telegiornale per mostrarci l'ultimo, faticoso, calendario della Fontana.Ah, no aspetta! C'è già studio aperto!Con molto rispetto e molta stima per quello che dici, un saluto, e ancora auguri per passato compleanno di cui condividiamo il giorno.Alessandra

  24. utente anonimo

    Le donne non studiano, non scoprono molecole di che so io, non vanno alle mostre? Stanno sempre a casa a vedere che borsa si compra Paris Hilton?Gli uomini non studiano, non scoprono molecole di che so io, non vanno alle mostre? Stanno sempre a casa a vedere che Ferrari si compra Schumacher?Io non leggo nessun mensile "per donne", non seguo i gossip, non smanio per lo shopping (a meno di non essere in una libreria) e mi monto i mobili da sola. Eppure ho le ovaie, toh.Eris

  25. Sai sul corriereonline qualche giorno fa mi è capitato di trovare la notizia di Quaresma che ha spaccato il tapiro, sai quella cosa che porta il tizio di Striscia, oh sono oltre dieci anni che non vedo striscia, ma certe cose son come quel telefilm di cui hai fatto recensione una volta (WTR) manco a televisore spento le si evita.Ora la notizia in se non era poi chissà cosa, un gesto sbagliato, prendere ed andarsene senza commentare è sempre la figura migliore, ma c'era una cosa che mi suonava stonata.Ero capitata, in casa mia ci stanno persone che seguono quello pseudotg nominato pochi commenti fa, sul servizio fatto e guarda caso gli avevano urtato la macchina e si era scocciato assai, da li la reazione esagerata.Ora non dico che il gesto di spaccare cose dando di matto in mezzo alla strada sia sano, ci mancherebbe, ma mi è parso stonato che il corriere limitasse la notizia al fatto che aveva rotto l'oggetto ricevuto e non a cosa era anche accaduto prima.No perchè io non so voi, ma se dopo che mi hanno urtato e magari rigato la macchina mi vengono pure a prendere in giro… ecco non so ma forse devono ringraziare che non gielo abbia tirato in testa il tapiro.Invece dalla notizia online passa solo che ha dato di matto, stop.Vero che ha dato di matto e stop, ma un paio di attenuanti, piccoline eh, le aveva.Ok devo smettere di vedere CM…. se cerco attenuanti anche a comportamenti socialmente riprovevoli come spaccare gli oggetti… il prossimo passo sarà cercarne anche a chi spacca le facce altrui?Giammai.

  26. Grazie, rido da 5 minuti, nemmeno sapevo che esistesse LeiWeb ma ora che lo so quando voglio una botta di idiozia lo leggo sicuro!farlocca

  27. utente anonimo

    ciao,anche se non leggo mai (davvero, mai mai, neppure quando sono dal dottore e mi annoio a morte mentre aspetto il mio turno) i giornaletti di gossip e quelle porcherie che parlano di donne e moda, e una volta che ho letto Men's Health l'ho trovato terribilmente comico (ma proprio da aver le lacrime agli occhi, eh!), ecco, nonostante io rientri nella categoria di "scienziata" con interessi completamente diversi da quelli di cui parli nel post… beh… devo dire che risponderei "sì" alla tua domanda, perchè se davvero la stragrande maggioranza delle donne (italiane e non) fossero più profonde e intelligenti, tutte queste riviste – e annessi on line- non sopravviverebbero! Invece ne nascono continuamente e le edicole sono invase da queste stupidaggini. Un po' come quando si chiede "ma gli italiani sono superstiziosi?" e magari gli intervistati rispondono di no… beh, allora perchè su tutti i giornali e in alcuni telegiornali continua a esserci quella boiata immonda che è l'oroscopo?Quella delle bambine coi tacchi non la sapevo proprio, miseria che tristezza…Sara

  28. Wombat Ma figuriamoci.Nel frattempo vedo con piacere che sei diventato un esperto dell'inserimento video nei post :)PS: Riusciamo a sentirci prima o poi?! :*

  29. utente anonimo

    Innanzitutto, complimenti per il blog.Soffro di un disturbo alimentare, e ho giusto finito poco fa di confrontarmi con altre donne in merito alla cultura del femminile che viene proposta in italia. Al momento sono particolarmente esausta del BOMBARDAMENTO – perchè di questo si tratta – riguardo a prove bikini e cibi a una caloria e mezza. E io sono il tipo di persona che guarda la tv mezz'ora al giorno. Ma in ogni caso non c'è modo di sfuggire, se tieni la tv spenta troverai comunque cartelloni per strada, riviste stupide dal dentista, pubblicità in pillole su facebook; perfino per accedere alla mia casella di posta devo subire un massacro mentale riguardo al fatto che per essere bella e desiderabile ventiquattro fottute ore su ventiquattro dovrei assolutamente pittarmi la faccia in un certo modo perfino se andassi in spiaggia (del resto, si può mai pensare d'andare al mare senza ombretto e fard?!).Comunque no, le donne italiane non sono stupide, sono *semplicemente* inglobate in questa spazzatura e in questo modo di considerare il femminile solo ed esclusivamente secondo un'ottica squisitamente maschile (vedi, appunto, i vari Cosmopolitan e affini, che si spacciano per riviste PER DONNE mentre sono ciò che di più infimo possa esistere CONTRO di esse). E riguardo a questo discorso rimanderei direttamente al bellissimo libro recentemente pubblicato dalla Zanardo, "Il corpo delle donne"; un testo che andrebbe introdotto nelle scuole come obbligatorio.Ora levo le tende, spero di non avere divagato troppo, il fatto è che l'argomento è molto, molto più complesso e ricco di diramazioni di come possa forse apparire di primo acchito.Un'ultima cosa, tra l'altro proprio a proposito di pubblicità e del femminile: ma vogliamo parlare della nuova ABERRANTE (e sto usando un pallido eufemismo) pubblicità targata Coca-Cola Light (prodotto che comunque non consumo, per motivi etici) che recita "TANTE AMICHE, NESSUNA CALORIA"? Vogliamo parlare di questo messaggio, e delle tre *amiche* raffigurate, anoressiche e robotizzate?

  30. Non generalizziamo suvvia… anzi si… TUTTE STUPIDEE πŸ˜€ scherzo, bel pezzo comunque

  31. Buon pomeriggio a tutti!Innanzitutto, grazie per le risposte, che sono tantissime e davvero interessanti; cercherò di rispondere un po’ a tutti in più commenti, così da evitare il papiro. Più o meno Reg, malefico provocatore.. d’altronde sei tu l’insegnante di francese qui!Cara Poggy, io parto dal presupposto che  tutti quelli che hanno un sito con l'obiettivo di avere visite ricorrono agli Analytics, perciò, se “LeiWeb” fosse letto da due persone di numero, sarebbe eliminato senza troppi rimpianti.Inoltre (e mi riallaccio alle osservazioni di Ginevra), capisco bene la necessità di spegnere il cervello. Ma ci sono film belli e divertenti, poco impegnativi anche, senza bisogno di vedersi Uomini e Donne. Ci sono riviste interessanti che non parlano di atomi. E, soprattutto, troverei giusto e interessante qualcosa come: «cosa può stare bene a te? Che abito e trucco scegliere per valorizzarti se pesi 50 o 90 chili, posto che se sei così va bene e non ci importa nulla dei mocassini di Sienna Miller?».Le destinatarie della sezione sono invitate a copiare i look, i vestiti, l’arredamento.. di altra gente! Di altra gente che, come s'è detto assai giustamente, guadagna diecimila volte tanto.E qui rispondo allo stesso tempo a Siviglia79 (e un po' anche a iaiamamita): non è innocuo affatto, a parer mio. “dipingiti da sola la casa”, perfino quell’orrore dell’oroscopo sono innocui. «Dimagrisci in fretta, che presto si fa estate» e «tutta la storia di Carla Bruni ceretta dopo ceretta» no.Quindi, largo ad argomenti più leggeri, ma che non sia una scusa per alimentarsi di "leggerezza di bassa qualità", non so se mi spiego.

  32. Cara Giulia (commento 8), una volta ho letto un numero di quell’inferno cartaceo e presentava contenuti altrettanto agghiaccianti.Nello specifico, istruivano l’uomo a convincere la moglie a girare un video hard. Bello, no?I punti chiave erano:1. Sorpresa! Non dirglielo, presentati con la telecamera.2. Fruste! Corsetti! Manette!3. Le donne sono civettuole, si sa. Perciò, se aspetti che torni dal parrucchiere coi capelli appena fatti, non vedrà l’ora di farsi filmare in tutte le posizioni.Dopo la grassa risata di ordinanza, sono andato a vedere chi potesse scrivere tali cretinate immonde.L’articolo era stato scritto una donna.

  33. Heresiae, ti ringrazio per aver preso il tempo di scrivere un intervento tanto bello.Quoto in pieno:"Vanno bene le notizie di moda (se realmente tutti la smettessero di utilizzare manici di scopa al posto delle donne vere), cosmesi, cinema… ma che ampliassero un po'… con un po' di capacità creativa si possono fare fantastici articoli leggeri su qualsiasi materia (storia, geografia, sociale) che vanno giù come l'acqua (mica devono fare dei trattati!)."Poi, posto che conosco fin troppo bene la situazione americana, che fa schifo come la nostra e su questo non ci piove, c’è la bella differenza che una persona con un cervello non è costretto a vivere come un idiota eremita.Cercherò di spiegarmi con un esempio.Non so se qui è nota, ma lì c’è 'sta ragazzina appena ventenne chiamata Heidi Montag, pagata millemila dollari per una stupidaggine su Mtv, che si è rifatta da capo a piedi. Nei giornaletti frivoli è ovunque, così come tre inutilissime sorelle perennemente a dieta di cognome Kardashian.Orbene, a meno che una di queste non compia un atto terroristico o scopra qualcosa, difficilmente le troverò tra le prime trenta pagine del NYT (lo dico per pararmi: io non le ho mai viste nemmeno sul sito).In Italia, poniamo che io non voglia sapere niente, ma dico niente, di un certo ricattatore con fidanzata sudamericana, così, esempio a caso. Non posso. Perché se andranno in vacanza alle Maldive, nudi come vermi sperando che gli si fotografino persino gli intestini, tutti i giornali li metteranno in primissimo piano, insieme a qualche donnaccia dell’ultimo Grande Fratello che non solo non volevo conoscere, ma che devo pure “sentire” mentre dice che di sicuro io la invidio.

  34. Ben ritrovata Valentina della Simmenthal cotta! (brr..sembra un titolo nobiliare di manzo, mi scuso seduta stante).Senza nulla togliere al lavoro della giornalista che ha scritto l’articolo che mi hai segnalato,  ti porto un esempio di un articolo di scienza del NYT, scritto peraltro da una donna. Vedi da te che siamo ad altri livelli.E non perché la giornalista americana sia per forza più brava, ma perché se avesse proposto un articolo del genere che fanno qui, sarebbe stata presa per pazza. Quindi ,credo che il punto sia che qualcuno pensa che non ce lo meritiamo, un vero articolo di scienza o storia su un quotidiano nazionale.

  35. Silvia, ti tengo compagnia a incrociare le dita, ne avremo per molto mi sa Thefoxy, a parer mio hai centrato il punto, assolutamente.La mia domanda era, ovviamente, una provocazione. Ma, come te, trovo che alle donne sia insegnato, più o meno esplicitamente, che convenga essere stupide.Nessuna mamma del bigottissimo Moige ha detto una parola su La pupa e il secchione che, incredibilmente, è trasmesso alle due-tre del pomeriggio, quando bambini e bambine soli davanti alla tv hanno la possibilità di apprendere quale sarà il loro futuro.Ed è quello che stanno imparando, eh. Garantito.Poi da grandi leggeranno LeiWeb.

  36. Giudappeso, io odio le espressioni volgari esplicite.Al contrario, amo in modo folle ed incondizionato le volgarità travestite da locuzioni auliche. Ci potrei vivere. Ma non devo insegnarti niente:, il meraviglioso termine “stercofatto”, del post precedente a questo, veniva proprio da te Samara, tesoro, bisogna rimediare a cotanta ignobile ingiustizia. Se mi mandi un PVT con il tuo indirizzo, giuro che ti mando una bustina di figurine Panini.Ma solennemente proprio.Carissima Giusy, tu sei evidentemente una ragazza di gran valore. E come te, per fortuna, ce ne sono tantissime altre.Qual è il problema? In tv non appaiono. Così, si ha la percezione che quella che tu chiami una minoranza di minorate siano la totalità.Anche a causa di questo, le donne di grande valore sono sottovalutate e prese per cretine nella vita vera.Vorrei che per quelle donne ci fossero più riviste da leggere, più film di qualità e meno canali sul digitale terrestre che trasmettono solo e soltanto commedie romantiche. E vorrei che, visto che so benissimo che si tratta della maggioranza, si facciano sentire e pretendano di essere loro, il vero target.Toh, ma ciao Furendaaa (c'è mica una "a" in più dall'ultima volta o ricordo male?)Grazie per il tuo bell’intervento, la situazione giapponese è una manifestazione estrema del problema in esame, sicuramente acuita da una storia complessa, tuttora radicata in una cultura nel suo più profondo rigore.La tua domanda è bella e credo che purtroppo la risposta sia sì.

  37. Carissima Alessandra (Menteliquida), auguri a te per il compleanno in comune! (per i gentilissimi che hanno fatto gli auguri e che l’hanno chiesto: siamo nati il 14 maggio).Quello che dici è molto giusto: penso solo valga la pena di alzare la voce e di far capire il proprio valore. Se ogni persona, donna o uomo che sia, si ribellasse, anche in piccoli gesti, a tutto quello che ci viene sbattuto in faccia, le cose cambierebbero.Se nessuno guarda un programma che non dovrebbe esistere, quel programma si cancella. Il Grande Fratello, ad esempio, è stato archiviato per sempre in tutto il mondo, tranne che da noi (e in Spagna, mi pare).Nella mia casa le donne leggono Storica, la rivista di storia di National Geographic (che consiglio con tutto il cuore). Mia mamma avrà pure il libro di Cotto e Mangiato e per questo la perdoneremo; ma se è stanca e stressata si rilassa con un libro o una rivista sull’arredamento.Qui il Cosmopolitan non entra.E’ l’educazione che forma delle oche – e al momento il livello di piume è a “soffocamento”.Eris, non è mica così semplicistica la cosa!Vediamo:“Gli uomini non studiano, non scoprono molecole di che so io, non vanno alle mostre? Stanno sempre a casa a vedere che Ferrari si compra Schumacher?”No, i modelli presentati dai media sono anche vincenti, ottimi imprenditori, persone intelligenti, letterati.“Le donne non studiano, non scoprono molecole di che so io, non vanno alle mostre? Stanno sempre a casa a vedere che borsa si compra Paris Hilton?” A parte Rita Levi Montalcini, ultimamente le donne non devono dar sfoggio di corteccia cerebrale in un salotto tv, a meno che dentro non ci sia un decolleté.

  38. Miss V, non so se hai notato ma parlo della dieta dei ravanelli, al plurale; non so se cogli la purezza dell’omaggio  (no, sul serio, era un omaggio).Pfff… i video neanche mi si centrano. No comment.Comunque, per fattore TM, oggi ti pensavo.#29 (mi spiace un sacco chiamarti per numero) posso solo immaginare come ti possa sentire.La società non è a misura di persone con il cuore troppo grande per reggerlo sulle proprie gambe senza sforzo.Posso solo dirti che ce la metto tutta, ogni giorno, per capire come fare per cambiare le cose; purtroppo non so da dove iniziare, ma vorrei poter concretamente porre domande alle persone per capire insieme come dare un freno a tutto questo.Il tuo contributo è prezioso come l’oro in questo contesto ed in tutti gli altri in cui vorrai ancora esprimere la tua opinione.Con questo ho finito i miei interventi sferici (che turpiloquio sopraffino, ah? ).Tengo molto alla vostra opinione e rinnovo a livello generale il pensiero appena esposto.Se io volessi cambiare le cose, se insieme a voi volessi far sì che si prendesse una diversa direzione, secondo voi che si dovrebbe fare?Grazie ancora per i bellissimi interventi.

  39. Questo sì che è un blog serio, dove il blogger, altrettanto serio, risponde a ciascun commentatore. Mi sento considerato. Grazie.Anche se, può sembrare, solo per il francese.

  40. Una donna nota sempre questo genere di cose, quinndi per il fattore TM (ma non solo) sappi che ho apprezzato davvero a lot.:*

  41. Mi ricordava qualcosa il tuo post.Così ti ho segnalato, nello zauberfumoir, dove si ciacola di tutto, per non andare OT nei post.C'era questo vecchio post di una blogger che leggo che mi frullava nella testolina.Che ne dici?

  42. La cosa divertente è che sono capitata su questo blog proprio cercando una frivolezza (nello specifico il blog di un ragazzo che massacrava l'ultimo libro della saga di twilight).Ho letto tutto l'articolo ed anche i commenti e ho trovato tutto molto interessante.E il problema che esponi è uno dei problemi su cui rifletto spesso.Come hai detto tu poi nei commenti è un problema di cultura (se si educa a fare le oche non c'è da stupirsi che ci siano tante piume!). E sempre come hai detto tu, per quanto negli USA la situazione dei generi non è che sia migliore, almeno lì esistono ancora letture e visioni stimolanti per chi ama mettere in funzione i neuroni. Qua invece la tv spazzatura non è più solo una parte della tv: è tutta la tv italiana!Quando hai voglia di vederti un po' di tv, non trovi niente di gradevole, niente che ti faccia ridere in modo intelligente, niente che sia frivolo senza essere volgare o offensivo.Alla domanda "le donne italiane sono stupide", verrebbe di rispondere "sì".Ma da donna non penso che siano tutte e senza esclusione alcuna stupide. La maggior parte della gente in Italia, maschio o femmina, sta diventando stupida, fa la stupida, è stupida.Paradossalmente quando ero piccola io (ho 24 anni) la situazione dei generi appariva migliore. In una pubblicità dei giochi educativi della clementoni comparivano sia bimbi che bimbe. Adesso i giochi della clementoni vengono pubblicizzati sempre con due spot in coppia.Prima il gioco che ti insegna a distinguere e collezionare i minerali (e vedi SOLO maschietti) e subito dopo la fabbrica dei gioielli per le bambine. Quindi danno per scontato che alle bambine non possa fregare della mineralogia.La cultura media e generale si è abbassata, è innegabile e quel che è peggio è che si va dietro a questa tendenza piuttosto che cercare di contrastarla. Non dico che debbano sparare di botto articoli e documentari su robe particolarmente intellettuali ma neanche considerare la gente così cretina da imporre che i giochi da rivista vengano semplificati a livelli più che elementari!Non avrei nulla contro le frivolezze se non avessero invaso in modo tanto pervasivo la nostra vita e non fossero ai livelli osceni citati negli altri commenti.Ma mi rendo conto che sto facendo un commento un po' fine a sè stesso. Giustamente quando si nota un problema o qualcosa di sgradevole è più giusto cercare una soluzione. E sinceramente soluzioni fattibili non ne intravedo molte a parte continuare a ribellarsi a certe schematizzazioni. Posso solo suggerire di discutere e dialogare con la gente, fare notare le cose che non vanno. Incoraggiare la creatività e la libertà delle persone fin da piccole ;)Tipo cercare di convincere le cuginette che non devono diventare manici di scopa per essere belle o dirgli che in verità non esistono le divisioni "per bambine" e "per bambini".Mi sono innamorata degli scopi di questo blog, ti aggiungo ai miei preferiti e appena ho il tempo di sfidare blogspot ti inserisco nella mia lista di link πŸ™‚

  43. utente anonimo

    Grazie Jonlooker, non solo per il blog in sè, ma anche per aver risposto praticamente a tutti.Giusy (commenti 20 / 21)

  44. utente anonimo

    Mi riaggancio all'articolo facendovi notare… Il nuoco canale "la5" (o una cosa del genere, boh!) con cui ci hanno scartavetrato le belotas per settimane, il canale dedicato alla donne e fuffa varia… Quando ha cominciato ad andare in onda mi dicono -non ho appurato personalmente- che abbiano dato le repliche del primo GF.LE-REPLICHE-DEL-PRIMO-GF!!!Io in quanto donna mi sento seriamente offesa praticamente da tutto ciò che mi circonda, oramai…E per rispondere alla domanda… Se anche non son tutte stupide, cercano di farcele diventare : D dopotutto le femmine a che servono se non a compiacere il maschio e a scodellare figli? *ironia mode on*Noha

  45. Non è che sono tutte stupide, è che spesso non capiscono che le si sta trattando da stupide. Parlo, ovviamente, dei miei virgulti, che viaggiano intonro a undici, dodici anni e mi guardano perplessi e perplesse quando parlo di serietà, dignità della persona, eccetera.Parlo anche delle mie figlie, che a volte si stravaccano sul divano a guardare cose ignobili come quelle della DeFilippi e io che sono in cucina e strillo: ma chi è quella che dice quelle cretinate? Cosa ha detto quella lìì??? eccetera.a volte giro per casa, sento affermazioni improbabile da queste signorine televisive e commento (poi vomito, ma prima commento). Le figli e mi dicono: lo sappiamo che sono stuipide, cretine, decerebrate e che la vita no nè quella, lasciacele vedere perché ci rilassiamo.Il fatto è che poi, me ne sono accorta, certi comportamenti o atteggiamenti paiono naturali: vendersi per un gioiello, mettersi in mutando per quattro soldi eccetera.Quando una volta ho criticato una conoscente di mia figlia che posa per biancheria intima succinta, mi sono sentita rispondere da una figlia: eh, ma la pagano!Mia figlia è scema? In generale, no, ma di fronte a certe cose, sì, non sa più distinguere. E' una specie di lavaggio del cervello, ci vogliono antidoti molto forti per disintossicare.Io il Corriere non lo prendo più da quando ha cominciato a dare ragione alla Gelmini (morte), e LeiWeb non lo conoscevo. Comunque, sono andata subito a vedere i vestitini della figlia di quella là. Avviso che non li ho trovati, però c'è un articolo con un titolo graziosamente giocato su un gioco di parole: "Troppi ragazzi in pena per il pene".Scusa la lungaggine (e forse il fuori tema).

  46. utente anonimo

    Scusami ma se ti basi su cosa trovi scritto sui giornali/vedi nei servizi del telegiornarnali, noi saremmo governati da un santo e, per di più, tutti felici e consapevoli di esserlo….Scusami, so bene che non vuoi sentir parlare di politica, ma mi sembrava doveroso farti notare che non è tutta manna dal cielo… Per di piu c'e da aggiungere che, per fortuna, siamo in grado di leggere anche gli articoli redatti per gli uomini. Ma si, tante, troppe donne sanno chi sta con chi, ma ignorano il  nome del presidente della propria regione.  Come, d'altronde, tanti uomini sanno l'ultimo modello di auto uscito, ignorando completamente cos'e un clitoride.Rispondendo alla tua domanda gli stupidi son chi scrive e chi pubblica questi articoli pensando che la mente umana, specialmente quella femminile voglia, sia in grado di capire e di apprezzare solo questo.Sarà come dicono loro, ma la scelta è nostra.Essere o non essereChiara

  47. Reg, ovviamente non ho risposto in merito al tuo commento perché era una chiara provocazione e andava benissimo così Noha, il primo GF, ecco appunto! Meglio, sai, così non si distraggono troppo mentre stirano.Signora Prof, benvenuta tra i commentatori, innanzitutto!Lungi dall’essere fuori tema, il tuo commento porta un esempio dei danni che tutto questo genere di intrattenimento porta con sé.Il proprio corpo come unico mezzo prima di comunicazione prima, e come unica, comoda merce di scambio poi, è un dato di fatto, un’opzione ragionevole. Da qui la prova che di innocuo, in certe cose, non c’è proprio nulla.Cara Chiara (#46), la politica non deve entrare in questo blog, pertanto facciamo rientrare tutto nell’intrattenimento perché così è, in fondo. Ma capisco cosa intendi ed è assolutamente vero.Tuttavia, vedi, la scelta è nostra se siamo persone con una certa sensibilità,educazione, intelligenza, eccetera.Immagino che Cosmopolitan abbia i suoi introiti, a pubblicare quelle schifezze e così gli equivalenti maschili, chiaro. Quindi non sono stupidi, traggono profitto foraggiando la stupidità, ma specialmente la colossale ignoranza dei loro lettori.Le donne sono messe peggio degli uomini perché in tv non c’è spazio per le donne intelligenti, ribadisco.Una ragazzina, abbandonata tutto il giorno datanti all’LCD, viene educata dalla televisione. E, inconsciamente, lo sono moltissimi altri.Essere o non essere non dice niente alla gentilissima commentatrice  #29, che è, eccome, ma per l’intrattenimento odierno non ha diritto di essere. E come lei, per un motivo o per l'altro, tantissime persone.Ora, come vedi il problema sta nel fare in modo che quelli che sono molto giovani e/o influenzabili, che non hanno la sensibilità di capire queste cose, vengano educati in modo diverso. E siccome è la televisione che li educa, va cambiata la televisione.

  48. utente anonimo

    LE DONNE ITALIANE (MA NON SOLO, aggiungerei io) SONO STUPIDE? No, non lo sono… O almeno non in riferimento agli argomenti citati nel tuo post.Se una donna legge COSMOPOLITAN, o i romanzi della serie HARMONY, o LEIWEB, o conosce a menadito tutti gli spostamenti dei vip e dei loro figli e sogna di rifarsi naso-bocca-seno, o se decide di sculettare semi-nuda in uno spot o in un programma TV… NON E’ STUPIDA! Il libero arbitrio è il concetto filosofico e teologico secondo il quale ogni persona è libera di fare le sue scelte: se un certo numero di donne ama acculturarsi solo di gossip e di pettegolezzi è una loro scelta, ma non per questo si può dire che siano stupide.Forse fino a 40 o 50 anni fa quando alle donne veniva preclusa ogni possibilità di ampliare le proprie conoscenze (per infiniti e condannabili motivi socio-culturali), allora si che si potevano definire STUPIDE… Sai quando, secondo me, oggigiorno noi donne siamo davvero stupide? Quando TENTIAMO di far capire agli altri che NON SIAMO STUPIDE… E di solito cerchiamo di farlo nel modo peggiore o nel momento sbagliato…Esempio: CONCORSO MISS ITALIA 2010. Milly Carlucci dice che “QUEST’ANNO LE RAGAZZE NON AVRANNO INDOSSO SOLO IL NUMERO IDENTIFICATIVO, MA ANCHE  IL LORO NOME, PER  DARE PIU’ PERSONALITA’ ALLE CONCORRENTI…” Ora, mi domando e dico: perché mai io, donna, devo “sembrare” intelligente mentre partecipo AD UN CONCORSO DI BELLEZZA (dove, per definizione, occorre essere esclusivamente BELLE)??? Hai visto mai che fanno fare uno spot a Miss Italia sui libri-test per misurare il proprio Q.I.??????? Non so… è come se Rita Levi-Montalcini, per far presa sulla commissione che decreta le assegnazioni del PREMIO NOBEL, avesse detto di essere ancora illibata (non so se lo sia, è solo un mio esempio) perché invece di amoreggiare con il suo fidanzato aveva studiato e appreso tutto lo scibile sulla medicina… Quindi secondo me le donne non sono stupide, solo che a volte lo diventano quando vogliono “far vedere” di essere intelligenti anziché “esserlo” semplicemente!!!!! Aladel ^__^

  49. Domanda interessante. Il mio personale sospetto è che le donne italiane (stupide o meno) siano soprattutto meno aggressive del dovuto e si preoccupino troppo dell'opinione altrui.Il Mercato, il Sistema, la Società, il Grande Complotto Demplutogiudaicomassonico, le Multinazionali… insomma, Loro che biecamente cercano di strumentalizzarci, dovrebbero prima di tutto AVER PAURA di fare certe proposte, offerte, discorsi etc.Se hanno l'ignobile coraggio di proporre certe immagini, certe riviste, certe pubblicità etc. è perché siamo troppo convinte che subire sia femminile e protestare indizio di mancanza di femminilità.Mica dico che dovremmo spaccare le vetrine o simili – solo ingenerare in Taluni una sana paura che ci possa venire l'idea di farlo, se non si danno un'opportuna regolata.Invece siamo molto portate a mediare, comprendere, conciliare. E troviamo normale non essere comprese.Insomma, un buon vaffanculo detto con gentile fermezza (perché, per carità, nemmeno io sono aggressiva. Cioè, non lo sono moltissimo. E soprattutto sono molto pigra) sopportando gli eventuali urlacci di risposta mostrando di non esserne minimamente impressionate a volte ho trovato che fa miracoli.Nel caso di Leiweb il gentile e fermo vaffanculo andrebbe mandato alla redazione del corriere online, insieme a qualche delicato accenno sul fatto che il mondo è pur sempre pieno di giornali e di servizi di informazione in rete. O no?Scusate la lunghezza, ma è un argomento che mi sta molto a cuore.

  50. @J.Lo.: Noooooooo, ti prego! Non era affatto sarcastico il mio commento: sono veramente felice di essere in un blog nel quale il proprietario risponde a tutti senza farsi venire l'elefantiasi scrotale idiopatica!

  51. Aladel, mi permetto di insistere ma gli adolescenti hanno il libero arbitrio in formazione, gli ignoranti ce l'hanno nella spazzatura e le persone (ripeto, chiedo scusa) che hanno difficoltà ad accettare il proprio corpo, dall'insicuro al patologico, non sono mai e poi mai rispettati.Dov'è il libero arbitrio quando su tutti i media ci sono solo modelli negativi?Non è giusto che chi non ama schifezze come GF; isola dei famosi, ecc.. debba PAGARE per guardare una tv decente.Non c'è libero arbitrio, è somministrazione.E (scusa il francese) non per via orale.Murasakishikibu, benvenuta tra i commenti!Innanzitutto mi permetto di ricordarti le linee guida, dove si parla di espressioni volgari e di leggere la parte del commento 36 riferita a Giudappeso.Detto questo, non posso fare altro che ringraziarti per l'ottimo intervento. Quella del "mediare, comprendere, conciliare" è una componente a cui non avevo riflettuto e trovo che invece si adi grande rilievo.Reg, tu lo sai che mi riferivo al commento 5 parlando di provocazione, sì?

  52. Sono l'anonima del commento 42 (ero convinta di avere firmato : /)A proposito del libero arbitrio concordo con Jonlooker: sarebbe libero arbitrio se i modelli "somministrati" alle persone fossero più variegati.Se quello che passa è che o fai il tronista o fai lo sfigato, o fai la velina o fai la sfigata, o fai il calciatore/la calendarina o fai il/la sfigato/a… non è strano che  una ragazza si dia alla mercificazione della propria immagine.Sia chiaro che non ho niente contro l'atto in sè di posare/recitare nuda. Il problema è quando implicitamente ti viene comunicato che stare nude o mezze nude e fare le donnine… allegre non sia niente di che, sia normalissimo, sia anzi il modo migliore per sfondare nello showbiz.Le uniche donne brutte o normali a cui si concede di esistere in questo scintillante mondo è quello della comicità. E chiarisco che ho il massimo rispetto per il genere della comicità, solo che in Italia anche questa sta degradandosi un po' alla comicità alla camera caffè, dove le donne brutte/normali fanno il ruolo delle cretine fastidiose e che magari si reputano anche gnocche.Altre possibilità di vita e di carriera esistono in questo mondo ma se quelle che sono sotto gli occhi di tutti sono queste credo che pochi penseranno/scopriranno altri modi di vivere. E di certo anche chi conosce questi altri modi finisce con l'ammettere che è più facile fare la velina o il tronista. Fai un balletto, fai un calendario, fai il macho finto tonto e vieni pagato ben più di un poveraccio con una carriera normale. : /Claudia

  53. utente anonimo

    Per una volta sono riuscita a leggere tutto il dibattito, decisamente interessante.Io insegno tecnologia in una scuola media e nelle ultime lezioni di prima avrei dovuto parlare dell'alimentazione. Nel libro di testo a questo capitolo corrisponde un noiosissimo elenco dei tipi di carne, di bevande, di formaggi, ecc ecc. Cose che secondo me i ragazzi o già conoscono o non faranno fatica a conoscere, visto che mangiare è un'attività abbastanza comune.Così ho deciso di lasciar perdere il libro, li ho fatti sedere in cerchio e ho cominciato a parlar loro delle mie esperienze passate come lavoratrice in un fast food, ho dato loro informazioni sui contenuti di certe bevande e certe merende tanto apprezzate e tanto dannose, ho scaricato da internet le immagini di personaggi famosi prima e dopo il ritocco con Photoshop, per far loro vedere che si tratta di persone normali, con difetti normali, e non modelli perfetti cui voler assomigliare a tutti i costi rovinando il proprio rapporto con il cibo e finendo per volersi molto male.  Gli ho detto di non credere a tutto quello che leggono sulle riviste o che vedono in TV, e di volersi bene quel tanto che basta per cercar di mangiar sano e non autoinfliggersi diete assurde e altre torture idiote. Spero che qualcuno di quei ragazzini abbia capito.La prof di tecno.

  54. Grazie per avermi risposto! Volevo aggiungere che negki anni '80 (io son vecchia!) Cosmopolitan era una rivista femminile/femminista, che annoverava firme prestigiose (tipo Lidia Ravera) e mai si sarebbe sognato di pubblicare certe str..ate.O tempora, o mores!!

  55. Chiedo scusa, avevo scorso le linee guida (e tutto il dibattito)  ma non avevo pensato che l'espressione da me citata rientrasse tra quelle censurabili (la Corte di Cassazione l'ha recentemente sdoganata, il che la dice lunga sullo stato della nostra lingua parlata; ma è vero che non la userei mai in classe).Allora mi correggo: intendevo, ovviamente "un invito a spagliare detto con gentile fermezza" e "il gentile e fermo invito a spagliare".Prometto che non succederà più ^___^

  56. Scusate, io arrivo tardi e non ho un grande apporto da dare a questo bel dibattito, se non fornire come ulteriore "spunto di riflessione sul tema" il recente spot Wilkinson "Quattro for Bikini", con le ragazze che cantano la canzoncina del pratino, spot che pongo all'attenzione del tenutario di questo blog. Talvolta lo scoramento per essere trattate come un target di perfette idiote è davvero forte.

  57. utente anonimo

    E vabbè… Uffa… Così non vale!!!!!Io il francese non lo cososco!!!!!!!!!!!!!!!!Aladel!!!!!!!

  58. @Milady de Winter: da parte mia invece ho trovato quello spot spiritoso e per niente volgare (non ci si depila solo le gambe, anzi per quelle direi che il rasoio è l'ultima cosa!).Piuttosto trovo molto più stereotipata la pubblicità del rasoio Braun barba-corpo, con le valchirie che rapiscono il bel modello perchè troppo sexy!!!

  59. utente anonimo

    eh ma con l'intelligenza dell'italiano medio equiparabile a quella di una staccionata di zucchero filato, l'unico modo per garantire la sopravvivenza della "razza italiana" è instupidire la donna :)VP

  60. Guarda caso le rubriche per la leiweb sono scritte da uomini.La verità è che gli uomini  vogliono  le donne  confinate in un recinto dove essere allevate come bestiole inoffensive dedite alla cura del proprio aspetto con l'optional di  prestare il proprio utero ai fini della procreazione o al sollazzo del maschietto leader for ever.Sinceramente io dubito che le donne leggano quella robaccia a meno che non siano nella sala d'attesa di un dentista e per calmare la tensione sfogliano le uniche riviste a disposizione.

  61. beh, 60 commenti quindi dico anche io la mia.non è un giornale o un sito per le donne italiane ma per un certo tipo di donne..chi scrive per simili giornali nn può fare un articolo com fosse per focus, per il NYT, per il corsera, per che giornale vuoi.. hanno il loro targhet femminile e non credo proprio che si aspettino di essere letti da donne intelligenti, critiche e profonde.. ma non possono dire di essere giornali per cretine, credulone e superficiali perchè anche la più cretina non vuole passar da cretina. ognuno vuole il suo mondo.. evidentemente purtroppo se questi giornali campano per molte donne il loro mondo ideale è quello. ma non tutte… non tutte…  

  62. utente anonimo

    Arrivo un po' in ritardo (scusa Jon, era un po' che non leggevo più il tuo blog!), però vorrei dire anch'io la mia. Premetto che anch'io a volte leggo Cosmopolitan, ma non per questo mi ritengo stupida, semplicemente mi piacciono gli articoli sulla moda e su questo non ci vedo niente di male. Voglio dire, che le donne siano più vanitose degli uomini è risaputo, quindi non ci vedo niente di strano sul fatto che esistano riviste di moda per fe femminucce, e riviste su automobili e motori per i maschietti. Il punto però è che noi donne predichiamo bene ma razzoliamo male, vorremmo far capire che "oltre alle gambe c'è di più" e che il nostro mondo non è limitato alla moda e ai gossip,  ma in realtà non facciamo niente per cambiare le cose, motivo per cui seguitiamo ad essere dipinte come delle stupide. Forse la stupidità delle donne consiste proprio in questo, nell'avere l'intelligenza ma di non usarla e questo purtroppo ha delle brutte ripercussioni anche nel mondo del lavoro, dove spesso le donne hanno uno stipendio minore rispetto agli uomini a parità di posizione.Spero di non aver scritto troppo e di non avervi annoiato! Saretta

  63. Condivido le idee di Milady-de-Winter e Marisa.E alzo il tiro: se la donna deve essere docile e sottomessa, o le metti il velo o le rifai la faccia con la plastica. In entrambi i casi, non ti servirà affrontare la sua vera espressione.C'è chi ci casca, ma dopo secoli di propaganda… 

  64. utente anonimo

    Sono perfettamente d'accordo con te, non credo affatto che le donne siano stupide (faccio parte del genere femminile, sai com'è!).Allroa rigiro la domanda: mi spieghi perché viene mostrata in TV più spesso Aida Yespica invece che Margherita Hack ?Secondo me non sono le donne ad essere stupide, ma se per sbaglio una donna fa un discorso intelligente ben pochi uomini l'ascolterebbero!Non credo che gli uomini cerchino l'intelligenza in una donna.E quindi la donna si direziona verso quanto le viene offerto e proposto, e richiesto.Che gli schemi attuali siano penosi sono d'accordo anch'io. Che certi giornali siano illeggibili lo sono anche di più: ti dirò, alla lunga gli articoli hanno anche la fastidiosa abitudine a ripetersi, e dopo la quinta volta che leggi come ti devi colorare le unghie, cominci ad averne le tasche piene anche se il tuo QI si avvicina ad 80.Ma alla fine qual è lo scopo dei giornali? Vendere, e si vende più facilmente a qualcuno che non si fa troppe domande. Quindi mi vien facile individuare il target di quelle riviste.

  65. ma vogliamo parlare del "canale dedicato alle donne", la5 o come si chiama, che trasmette solo la prima edizione del Grande Fratello e il programma stupido delle veline?

  66. utente anonimo

    La notizia del wombat me la ricordo bene, ero andata a informarmi sul curioso animale che non conoscevo. 

  67. utente anonimo

    Non cel'ho fatta a leggere tutti i commenti O_O

    non so nemmeno mettere il nome quindi firmo alla fine ^^"

    Well:

    punto 1: cosa viene propinato…. ci sono target e target, adesso c'è OGGI, prima c'era HOTEL o come diamine si chiamava. C'è il target da cioè e quello da altro πŸ˜‰

    Io leggo donna moderna quando capita perchè mette interviste a scrittori, personaggi dell'attualità, rubriche utili come quella legale, consigli sulla salute e poi anche un po' di chiacchiere, moda e ricette, mentre non sopporto "Chi"…. però….

    Alle donne (io sono parte della categoria eh?) piace sentire/leggere cose che parlano di relazioni. E' un dato antropologico e psicologico, poco da dire. questa cosa viene sfruttata e deviata in maniera orrenda appassionando alle vite dei + o – vip, ma è così πŸ™‚ tutte leggono le lettere da casa su questioni sentimentali e non πŸ˜€

    Quindi tutto bene per certi giornalacci? Ni

    sarebbe tutto bene se l'offerta non fosse costantemente appiattita, nell'editoria come nella tv, se ci fossero più sfumature. Possibilità dallo "stacco il cervello" a "lo stacco un po'" a "vediamo qualcosa di interessante" (detto proprio fra noi dopo una giornata pesante non mi leggo l'espresso, non ce la faccio)

    Sarebbe tutto bene se ci fosse un po' di spirito critico, l'insinuazione che certe cose siano abbastanza idiote (vedi la bimba sui tacchi, vedi le infanzie cancellate etc)

    Sarebbe tutto meglio s enon ci fossero immaigni perfette e perfezionate..ma questo è anche colpa dei maschietti sai?

    Uno studio di psicologi-sociologi ha provato che nel campione di ragazzi-uomini fidanzati dopo aver visto foto di "bellezze" stratosferiche erano più portati a dirsi non soddisfatti della coppia e pronti a tradire. Perchè? Spiegavano che si è tarati per scegliere il meglio in un campione. Se il campione è "fasullo" il cervello dice che comunque si sta predendo uno scarto che trasmetterà i nostri geni in maniera peggiore, per cui…. non si è felici.

    E le donne tentano (tentiamo?) di far felici gli uomini e magari tenerseli (sai com'è), entrando in competizione con cose che non esistono. Enjoy

     

    Stefania

  68. utente anonimo

    Inutile cercare a chi dare colpa, se agli uomini che sbavano per le veline o alle donne che vogliono diventarlo,veline. Il tutto è frutto di un'unica "cultura" sessista e deviata,che guarda caso è funzionale al mantenimento di falsi desideri che portano avanti l'economia del superfluo.Come dire,la tv e tutto quello che ci gira intorno,i giornali,…servono solo ad ammaestrarci,uomini e donne,al consumo sfrenato per inseguire desideri indotti.Certo che l'immagine delle donne ne esce proprio male.E rispondendo ad un commento precedente; la propensione femminile ad interessarsi delle relazioni sociali sarà anche in minima parte biologica ma è il condizionamento socio culturale che ci induce ad assumere certe caratteristiche "femminili" (o "maschili") che sono portate artificialmente all'eccesso…(Vengono pubblicati articoli "pseudoscientifici" di quel tipo ogni giorno, che utilizzano ricerche assurde o incomplete e da queste traggono conclusioni non sempre plausibili dopo un'attenta riflessione.) e non ha senso collegare il pettegolezzo e l'invadenza e l'assurda pratica di rendere oggetto di interesse la vita dei "belli e ricchi" con una propensione che semmai sarà alla comunicazione sociale che è ben altra cosa!Senza parlare del fatto che non essendo dei neanderthal dovremmo essere abbastanza coscienti delle nostre capacità cerebrali per poterci considerare liberi di avere degli interessi culturali non condizionati dalle caratteristiche delle nostre gonadi,eh.E poi,francamente,se un uomo corre dietro all'ideale delle veline non mi vado certo a rifare per accaparrarmelo,visto che non saprei che farmene di uno così…

  69. utente anonimo

    PS:ops,non ho firmato il commento precedente(68)…e commento molto tardi,ma l'argomento era molto interessante xDBadtz

  70. Ciao Badtz, mai troppo tardi!Ti quoto.Non trovo giustificazioni plausibili al nutrire gli occhi di porcherie, men che meno una supposta predisposizione (la qualcosa, in realtà, mi agghiaccia pure).

  71. Ho una serata di stramerda e questo mi ha fatto ridere ad alta voce. Grazie. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...