Valar Morghulis – Parte II

Spoiler! Spoiler! Post aggiornato all’episodio 3×10. Spiattellerò tutto senza un minimo di ritegno. Trovate qui la prima parte.

So che siamo tutti un po’ scossi, dopo la visione degli ultimi episodi di Game of Thrones, ma proprio per questo è il caso di parlarne insieme per affrontare il trauma, almeno fino alla prossima stagione.

Episodio 3×09  

Titolo: The Rains of Castamere
Titolo più onesto: Se uno è de legno, è de legno

Conoscete già l’argomento: il peggior banchetto di matrimonio di sempre.
Ripercorriamolo passo passo.

Qualcuno, me compreso, s’era fatto un’idea degli Stark, cioè che magari sono iellati, però almeno sono valorosi e abili strateghi. Non può essere altrimenti, voglio dire, hanno quella scacchiera coi pupazzetti a forma di torri e carretti che muovono pensosi sulla tavola del gioco dell’Oca, uno pensa che abbiano in mente chissà quale mirabolante strategia. Cate e Robb, però, non hanno in mente proprio niente.
«Abbiamo abbastanza uomini?» Chiede la mamma, lievemente ottenebrata da tre stagioni di vendetta non dissetata.
Robb prende la torricella di pongo come se dentro ci fosse la risposta e fa un calcolo delle probabilità: «Se Walder Frey collabora.»
Eh già. Se Walder Frey collabora.

Ma chi è Walder Frey? Lo zio pazzo, non c’è bisogno di dirlo – quello zio pazzo a cui Robb aveva fatto una promessa, salvo poi infragerla, sposando la dottoressa di Emergency.
Quello di andare da Walder Frey, in cento spaventapasseri quali sono, a dire scusa tanto se ti abbiamo fregato, ci dai una mano in guerra? è un’idea completamente idiota, l’avrebbe capito chiunque. Magari Sansa no, però chiunque altro sì. Se fosse stato lì, Hodor avrebbe urlato «Hodor!» con rabbia – e avrebbe avuto ragione!

In realtà, i due hanno paura di morire male, ma perché paventano la possibilità di rimanere incastrati quando sono in guerra: il fatto che stiano andando da un re folle e imbufalito non è mica un problema, al massimo dirà di no e restituirà il tostapane regalato per le nozze! Il piano, infatti, è quello di tornare da Frey con la coda tra le gambe e dirgli che la ragazza promessa a Robb può sposare il cugino Edmure, che non è Re, non vale una cippa e assomiglia pure a Caio de La spada nella roccia, ma che vuoi che cambi, non è che stiamo qui a contare gli spinetti ai porcospini.

Così, l’esercito dei lupetti se ne va al castello di Frey, il quale offre un cocktail di benvenuto composto da riso basmati e torta sbrisolona, una miseria che non vi dico. Tutti si nutrono a turno con un po’ di groppo in gola, perché Frey è notoriamente lunatico, senza contare che la coda tra le gambe di cui sopra è anche di paglia.

Elegantemente abbigliato con il meglio delle Pelliccerie Annabella, Robb implora il perdono dello zio per quella cosuccia da poco che sappiamo. Al che, molto galantemente, lo zio fa notare che il torto non è stato subito da lui, ma dalle sue figlie/nipoti cesse; le chiama una ad una e le presenta. Qui scopriamo che le caratteristiche più brutte che hanno sono i nomi (Waldra, Walda, Derwa, di nuovo Waldra… diciamo che Walder ha un problema a ricordare i nomi e uno strano gusto per la W) e che non sono poi così male, dai, è che sono unte e bisunte.

Robb fa un discorso di circostanza veramente convincente: siete un bijou ma mi piace n’ altra, desolato. Se c’è qualcosa che posso fare… amici?

Allo zio queste scuse piacciono tanto, ma vuole divertirsi a imbarazzare i suoi ospiti e fa avvicinare la moglie di Robb, decantando la sua avvenenza come se ne avesse a buttare. Ora, non che io possa parlare di bellezza perché proprio non mi avanza, come si dice dalle mie parti, ma visto che l’argomento è quello: davvero davvero la signorina è tanto meglio delle poverette che stavano lì e che tutti prendevano in giro? Per lo zio sì. Le fa quattro apprezzamenti irripetibili che irritano molto (giustamente) Robb, ma quest’ultimo viene fermato nell’impeto dalla madre, che ha una faccia che dice chiaramente mo’ te ne stai fermo, pastrocchio di un figlio.
Pago dei bei complimenti che ha esternato, lo zio promette tende, birra e salsiccia per tutti e annuncia il matrimonio tra gli agnelli sacrificali di ambo le parti (l’identità della moglie, però, sarà segreta fino all’ultimo).
Lo annuncia, fate attenzione, in questo modo:

«Il vino scorrerà rosso,
e la musica suonerà forte
e ci metteremo questo casino alle spalle.»

Ora, ma vi sembra un annuncio per cui rilassarsi? Non è un minimo, come dire, ambiguo, sto vino rosso a cascata, la musica sovrastante?
Ma certo che no, andiamo ad assistere a queste nozze così gioiose.

(via)

La sposa arriva coperta da un velo di pizzo e tutti si guardano tra loro con lo stesso, cavalleresco interrogativo: quanto racchia sarà? Con sorpresa di tutti e tanta gioia da parte di Lord Edmure che deve sposarsela, la ragazza è veramente graziosa e si è anche lavata la faccia.
Terminata la cerimonia, c’è una festicciola che scolpisce nel granito la stupidità degli Stark.
Prima di tutto, il famoso vino viene offerto quasi solo a loro e gli uomini validi di Frey non toccano un goccio.
«Ma come, Lei non beve?» chiede Catelyn a Lord Bolton, sorseggiando una pinta che stenderebbe un alce.
«No, devo guidare» dice lui e nessuno, ma dico nessuno, si insospettisce.

Nel tavolo accanto, Robb vorrebbe slinguazzarsi con la moglie ma lei, opportunamente, gli fa notare che forse non è il caso. In quel momento, i novelli sposi sono cordialmente invitati, che vuol dire portati di peso, in camera da letto in modo che ognuno possa guardarli suggellare il matrimonio. Robb e consorte rimangono, insieme a tanti altri del loro gruppo, nella sala del ricevimento. I due parlano del figlio che lei porta in grembo.
«Lo voglio chiamare Eddar» fa lei. Ma sei scema? penso io, così lo condanni a morte!
E infatti, l’istante dopo, un soldato va a sigillare la porta.
Catelyn comincia a mangiare la foglia, ma ha bisogno di altre prove, magari chiudono l’ingresso per gli spifferi, che tra poco arriva l’inverno, non stiamo sempre a pensar male. Poi, però cambia musica: e Cate ci pensa, ma cos’è questa melodia, mi è familiare… Ah, sì, è The rains of Castamere, una canzone dedicata a Tywin Lannister… vabbé, dai, una gaffe, avranno sbagliato cd, ‘sti pezzi rinascimentali son tutti uguali.

Robb, che ve lo racconto  a fare, non s’è accorto di nulla, anzi, chiacchiera ai tavoli, beato come in ferie. Vedendo che sto gnocco proprio non capisce, lo zio fa fermare la musica e cerca di spiegargli bene che sta succedendo.
«Vostra Maestà, non vi ho dato il mio regalo…» Prova a dare l’indizio, li imbecca.

Cate finalmente ci arriva: non è un piumino d’oca sotto la trapunta, quello indossato da Lord Bolton: è una cotta di maglia! Che sorpresa stravolgente!

Robb, testa de coccio, sta ancora in piedi aspettando sto regalo, che sarà mai, un ipod? Speriamo sia un Ipod.

Da lì è un delirio tale che viene quasi da ridere. Catelyn molla un ceffone al Lord Bolton e urla «Rooobbbbb!»

Un uomo sfodera un pugnaletto nascosto e infilza ripetutamente la pancia della povera dottoressa da campo, perché quando uno dice “Eddar” dev’essere fatto scomparire subito subito, altrimenti sono sette anni di guai.
I musici sono spariti: al loro posto, una fila di arcieri che si concentra sul petto di Robb e degli ospiti in generale, un po’ di sgozzamenti che ci stanno sempre e lo zio che supervisiona dal desco per sincerarsi che stia andando tutto bene. Da come ridacchia, mi sembra soddisfatto dell’andamento della serata.

Anche Catelyn viene colpita alle spalle da una freccia ed è arrabbiatissima perché quel vestito di velluto verde era versatilissimo, buono in ogni occasione e adesso è tutto un brandello.
Striscia sotto un tavolo e vede che anche la moglie dello zio si sta riparando allo stesso modo. Così decide di ritardare il momento dell’agonia e si trascina fino a lei, acchiappa una daga e gliela punta alla gola, rivolgendogli una preghiera che suonava pressapoco così:

«Basta, Walder! Robb sarà poco sveglio ma degli altri figli che me ne faccio? Sono crepati o, peggio, femmine. Facciamo una cosa. Se ci lasci andare, facciamo finta che non sia successo niente, siamo pari! Ma proprio giurin giurello, veramente, giuro. Altrimenti, sgozzo tua moglie.»

Lo zio (con tutta la ragione del mondo, a dir la verità) le dice che ha già giurato una volta e guarda un po’ che è successo. Inoltre, manco se lo ricorda il nome della moglie, forse qualcosa con la W… che la sgozzi pure.

Catelyn capisce che lo zio, come si dice, has a point, così si offre come ostaggio se Robb sarà risparmiato e urla a quest’ultimo di alzarsi. Ma Robb è in pieno shock e si alza in piedi più perché è abituato ad obbedire alla mamma che altro. Appena il tempo di dire “madre”, che lord Bolton gli manda i saluti dei Lannister, cioè una pugnalata con girello, come è d’uso nelle gang in Sudamerica, dritta nello stomaco, da cui sgorga una vivace fontanella di sangue.

Ecco, questo è il momento esatto in cui finisce Game of Thrones e comincia un film di Mario Merola con regia di Alfonso Brescia. Catelyn molla un urlo disumano, taglia la gola della signorina che ci regala spruzzi come neanche al delfinario e se ne rimane lì, catatonica, finché un soldato arriva alle sue spalle e sgozza la sua, di gola, dando vita al fiume di sangue più lungo mai fuoriuscito da un collo.

Però, che matrimoni organizza, lo zio Frey: l’Enzo Miccio di Riverlands!

Episodio 3×10  

Titolo: Mhysa
Titolo più onesto: questi corrieri spediscono proprio tutto!

Tyrion e Sansa passeggiano e inventano dei buffi modi per rivalersi contro quelli che si prendono gioco di loro. Si fa spazio l’idea di riempirne i materassi di sterco caprino (ecco dove va tutta l’inventiva di Sansa), quando lui viene richiamato per una riunione importantissima e segretissima, all’inizio della quale Joffrey è felice in modo preoccupante, mentre sua madre fa quel sorriso annuale che scongiura la paresi che altrimenti avrebbe la meglio. Che succede? Si viene a sapere che Robb è morto e questo causa in Sua Maestà un entusiasmo creativo – in mezzo a così tanto wedding planning di qualità, è naturale che si faccia prendere la mano: vuole che gli venga spedita la testa del povero Stark, così può metterla su un piatto da portata il giorno del suo matrimonio e servirla a Sansa. Non è un’idea squisitissima? Inspiegabilmente, nessun altro vuole prendere parte al progetto. Al che Joffrey comincia ad avere le prime avvisaglie di isteria e il nonno lo manda a letto consigliando un biberon di semi di papavero («Ma io non ho sonno!» «Vieni Joffrey, senti a mamma»).

Mentre Bran e la sua combriccola di necromanti si radunano intorno al fuoco per raccontarsi le ultime storie di Piccoli Brividi – Edizione Winterfell, Theon se la passa malissimo, evirato e inchiodato a una X di legno, mentre il suo aguzzino rigira il dito nella piaga, gustandosi davanti a lui un gigantesco wurstel. Se non si vede non si comprende.
A proposito, indovinate cosa ricevono il padre e la sorella di Theon, direttamente a casa, in un pratico scrigno?

E' sempre opportuno accettare i pacchi del corriere con riserva di controllo

E’ sempre opportuno accettare i pacchi del corriere con riserva di controllo

Fosse per il padre, Theon potrebbe ritornare pezzo pezzo, per quel che gliene importa. La sorella, al contrario, decide di prendere una nave sportiva, riempirla “dei 50 migliori assassini delle Isole di Ferro” (ma come si scelgono? C’è un albo degli assassini o si fanno i casting?) e di andare a riprendersi il membro della famiglia senza membro. Era necessaria storia del wurstel perduto? «Assolutamente sì!» Gridò George R. R. Martin, prima di rimettersi a dormire.

Arya, dal canto suo, ha visto il corpo del fratello con la testa rimpiazzata quella di un maiale selvatico*, il minimo che potesse fare è freddare uno degli assassini di suo fratello. Il Mastino, che la sta scarrozzando da un paio di episodi, se la prende moltissimo perché si è fatto fregare il temperino da una bambina di undici anni. (*update: sì, era un metalupo! Adesso lo so! Potete smettere di inviarmi e-mail a riguardo!)

Non poteva mancare il momento amor prohibido, non si dica che a Game of Thrones  non sono romantici. Jon Snow si abbevera allo stagno come in un documentario di National Geographic, ma non ha fatto i conti con il fiuto da Bracco di Ygritte, che gli dimostra il suo sentimentalismo facendo m’ama non m’ama, solo che non ci sono margherite quindi fa il conteggio tirandogli le frecce (comunque non vi preoccupate, sono tre: l’ama) direttamente sul culatello.

Jaime torna a casa e la prima cosa che fa è raggiungere l’amata sorella. Cersei un po’ è contenta, un po’ non riesce a nascondere il disappunto nel vedere che il fratello è tornato senza la mano buona. Lui si guarda il moncherino con uno sguardo tristissimo. Come primo incontro dopo mesi e mesi, non sta andando proprio benissimo.

L’ultima immagine di questa stagione è Daenerys Targaryen. Visto che ci siamo, Khaleesi, è ora di piantarla: tutti combattono e perdono parti del corpo che ci si potrebbe fare una persona intera solo di mozzichi, e tu stai lì a fare l’antropologa?  E finiamola di spingere qualunque creatura a chiamarti mamma, a fare discorsi motivazionali in giro per i deserti e far volare i Draghi come le Frecce Tricolori a Follonica. Devi recuperare sette regni, mannaggia a te, non fondare una comune su cui fare crowd surfing. Ma chi l’ammazza a lei, gaia, fresca, con le trecce tenute dagli elastichini?

Proprio nessuno.
Per ora.

Perché, vedete, “Valar Morghulis” vuol dire “tutti devono morire”. Ma non nel senso filosofico che uno si aspetta, la caducità della vita, l’effimero anelito pronto a disperdersi nell’aria una volta che un coltello penetra la gola, no: Valar Morghulis è un appunto, un post-it misericordioso di Martin per noi che ci affezioniamo alla saga.

“Mettetevi il cuore in pace: tanto schiattano tutti.”

Annunci

73 commenti

Archiviato in Film e Telefilm, Game of Thrones

73 risposte a “Valar Morghulis – Parte II

  1. Kon

    Risate a profusione XD

    Ah comunque, il babysitter coatto (in tutti i sensi) di Arya non è la Montagna, ma suo fratello, il Mastino ;P

  2. Anna

    l’Enzo Miccio di Riverlands 😀 😀
    Gli Starks sempre onorevolmente ottusi

  3. Anna

    io ho letto il primo libro solo, però è vero che gli Starks sono i più onorevoli, i più leali, però non brillano in astuzia ed intelligenza. Il gioco dei troni non è per loro, quello è un mondo in cui cane mangia cane, i Lannisters (che adoro per Tyrion e Jaime) sono nati per questo gioco. Gli Starks sono nati per stare al Nord, sono resistenti, ma non furbi. Arya è l’unica furba ed intelligente degli Starks, le speranze per vendicare la famiglia sono tutte su di lei.

  4. Ninphe

    ah, comunque la testa era quella del metalupo, non di un maiale selvatico 😉

    • Ma va’?! Ammazza com’era sciupato, povero lupo 😀

    • Stavo per scrivere la stessa cosa: la testa era quella del povero metalupo di Robb, Vento Grigio. Lacrime di tristezza! ;_;
      Comunque questo post è spassosissimo, complimenti! Ho riso un sacco alla parte del povero figlio non ancora nato di Robb e consorte… Ned, lo volevano chiamare, I PAZZI! Seccato subito, perché tutto ciò che è Sean Bean deve morire. 😆 😆
      Mi sa che Cicciomartin alla fine mi ammazza davvero tutti. E io che continuo ad affezionarmi ai pg, perché sono stupida, ecco! 😦

      • Hagane ❤
        Io avrei preferito meno teste sulle picche e più combattimenti… si parla di una guerra, una guerra! E invece si riduce tutto a sbudellamento e crudeltà sugli animali. No no, signor Martin. No.

      • … a proposito di questo episodio, colta da un dubbio perchè qualcosa non mi quadrava, sono andata a rileggermi il libro da cui è tratto e, in effetti, non solo non si sa ancora se Robb diventerà padre ma sua moglie la crocerossina non è nemmeno andata al matrimonio per non offendere Walder il Suscettibile.
        Gli Sceneggiatori hanno fatto più scemo anche Robb, non solo la Khaleesi (guai a chi me la tocca!!!) 🙂

        • Aaah ma vedi cambia tutto! Se la dottoressa da campo fosse incinta, mettiamo, e nessuno la ammazza, poi lei magari partorisce, viene fuori un altro Cheddar Stark a rendere infausto il mondo! Son cose!

  5. Cri

    naaaa… “Edmure, che non è Re, non vale una cippa e assomiglia pure a Caio de La spada nella roccia”… ecco dove l’avevo già visto!! E’ u g u a l e ! ! ! !

  6. Neverwhere

    Puro amore dall’inizio alla fine del post xD
    Grazie di questi bei cinque minuti 🙂

    • 🙂
      Per me invece è già un mezzo inferno, ho già ricevuto una decina di e-mail inferocite perché “non ho capito niente” e “se devo scrivere una cosa almeno prima devo documentarmi” e altre amenità… Da domani si torna a biscotti e bibite senza rimpianti 😀

  7. “Alla fine ne rimarrà uno solo”
    Visto? RR Martin è un copione!!! 😉

  8. MissPeggy

    Io non avevo capito che frey fosse lo zio di Robb!

    • No, infatti, non lo è! Se non sbaglio (correggetemi, eh!) Frey non è lo zio di nessuno Stark. Invece, quello che io chiamo “cugino Edmure” dovrebbe essere lo zio di Robb, perché se ricordo bene è fratello di Catelyn.

      Questo, una volta tanto, non è un errore ma una scelta consapevole. Ho usato il metodo “famiglia di Paperino”, dove tutti sono cugini e zii a caso: mi diverte e lo uso spesso nei miei post. Credevo si capisse, ma ho ricevuto un paio di insulti che mi hanno fatto capire che invece non si capisce per niente, l’intenzione.
      Solo ora mi rendo conto che in questo caso, con tutte le parentele che ci sono nella storia, avrei potuto evitare 😀

      • Allora chi ti insulta per un post parodistico non si meriterebbe manco risposta, secondo me… ma io sono cattiva e non mi faccio problemi a lasciare le persone senza rispondere alle loro domande esistenziali.
        Anche quanto poveretti due righe in croce se le meriterebbero. Forse.

        Sarà che non seguo la serie, né ho letto i libri, quindi mi sono solo letta i tuoi commenti basati su quello che sapevo della storia, divertendomi un sacco.
        Non mi piace il genere fantasy… ad esempio della saga degli Hobbitt ho visto giusto il primo e un po’ del terzo(il finale!), il secondo lo ho dormito, quindi sicuramente mi beccherei i peggio insulti dagli amanti del genere.
        Ma i fan, di qualsiasi genere, sono tutti uguali.
        Gente da cui stare alla larga. ^_^

        Ah… quando lo butti giù un pezzo su Criminal Minds e l’ottava stagione? 😛

        • Sai che nemmeno io vado pazzo per i fantasy? Ma questo mi piace tanto (anche se mi piacciono i combattimenti e qui c’è ben poca roba).
          La gente che si infuria per le imprecisioni a volte mi spaventa, ma non perché me le fa notare (anzi, ben venga!) ma perché se la prende come se avessi commesso un terribile reato. E vabbé, succede anche questo 😉

          In futuro forse scriverò di CM, ma ti confesso che ancora non sono riuscito a finire l’ottava stagione perché la trovo noiosissima. Avendo studiato tanta criminologia, ho visto l’accuratezza e la correttezza scendere vertiginosamente dalla terza serie in poi – e quest’ultima era ridicola, anche per uno spettatore assai meno pignolo, semplicemente perché è fatta male, rispetto alle prime (modestissima opinione mia, ovviamente).
          Ma mi impegnerò, vediamo cosa posso fare 🙂

          • Finisco l’OTite sull’ottava… poi aspetterò tue notizie.

            Confesso di averla guardata fino in fondo più per puntiglio che per altro. E di aver evitato di commentare nei forum a tema, tranne un paio di eccezioni che sono state ignorate in quanto critiche verso il telefilm… a conferma di come siano intelligenti molti* dei fan delle serie TV, no?

            *Fortunatamente non tutti.

            Ah anche la mia è solo la mia modesta opinione, ma concordo con la tua… non so se sia un bene, per te dico! 😀

            • 😀

              Purtroppo alcune persone prendono delle cose trooooppo sul serio! Defilarsi e lasciar perdere è una buona tecnica.
              Ora che sai come la penso, se ti dà fastidio qualcosa di CM scrivimi una mail, che ne parliamo male insieme 😛

              • Eh? Stai dicendo che hanno fatto bene ad ignorarmi?
                Antipatico! Prrrrrr.

                • Ah ah, ma noooo! 😀
                  Dicevo che secondo me è meglio lasciar perdere quando si è in certe discussioni (non conosco quella di cui parli ma ne ho tante in mente) in cui i membri osannano il telefilm come se fosse dio e se fai una critica ti tirano le pietre. A meno che uno non abbia voglia di litigare: in quel caso, elmo in testa e via 😀

                  • Guarda… ti confesso che la sola cosa che mi ha trannenuto dal far presente a questi simpatici fan che il loro far finta di non leggermi era degno dei bambini dell’asilo… è stato il bradipo.
                    Va sempre un po’ a singhiozzo e non mi andava di iniziare una discussione e sparire.
                    Ovviamente siccome non ho iniziato nessuna lite lui continua a funzionare, ma scommetto che se discutevo… inchiodava, dandomi l’aria della troll cercarogne.

                    cosa che d’altro canto è arduo negare che io sia.
                    Vedi quanto la tengo lunga qui da te. 😀
                    Fammi sapere quando arrivi al finale di stagione di CM.
                    Che ti segnalo le due righe di sopra, almeno ti fai due risate.
                    ^_^

  9. Io ho sviluppato una dipendenza brutta, ma veramente brutta per i libri (letti rigorosamente in inglese e prima che fossero tutti tradotti in italiano, perché così fa più figo): la serie la sto guardando con un occhio estasiato e con l’altro perplesso…fino ad oggi. La tua cronaca spoileristica (?) mi ridà entusiasmo! Spoilerizzalo tutto!
    (“If I look back I’m lost”, dice Danaerys: e te credo, t’hanno fatto mangiare il cuore di un cavallo! Io avrei abortito per molto meno…)

    • Secondo me, se si può, bisogna sempre leggere l’originale, quindi ti dico che hai fatto bene. Poi, sai, è impossibile che la trasposizione in pellicola sia identica, quindi si cerca “solo” di non tradire lo spirito del cartaceo. Credo sia difficilissimo, perché ognuno si lega a delle parti che magari vengono ignorate per le esigenze più diverse… Personalmente non ho mai amato “il film più del libro”, tranne forse La Mia Africa… E ovviamente Dan Brown, che non si può leggere, ma almeno sul film ci si fanno due risate 😀

      (quello che mi piace di Khaleesi è proprio che è arrivata spauritissima e poi è cambiata totalmente con il training nel deserto: una bella evoluzione davvero. Quanto al cuore del cavallo, io avrei vomitato anche nel recitare, quella parte lì 😀 )

      • Mi ricordo che quando tre estati fa mio marito mi vedeva leggere quei tomoni in paperback, scuoteva la testa sprezzante, l’intellettuale (“draghi, principesse e castelli…ma come ti sei ridotta?”)…ora è lì che si rosicchia le unghie guardandosi le puntate, accanitissimo (“Ma questo muore? e questo con chi si sposa? No, non me lo dire, non me lo dire!”)…
        Comunque, il prodotto è di alto livello, ammettiamolo. Mi dispiace solo che G. R.R: Martin, per seguirne la scrittura e la lavorazione, non abbia più messo mano al seguito. E’ fermo al quinto volume e ha buttato così tanta carne narrativa sul fuoco che, per riallacciare tutti i fili e per il grandioso scioglimento finale, non gli basteranno solo due libri, come sostiene di aver preventivato. Però, che goduria.

        • Per me che non leggo i libri, è sufficiente sapere che Martin ha dato istruzioni precise su come deve continuare la saga ai produttori, nel caso morisse prima di concludere la scrittura. Ma capisco come dev’essere per chi legge e aspetta con impazienza il seguito… non vi invidio 🙂

          Ps. Fantasy e animazione, se fatti con tutti i crismi, sono arte di altissimo livello e vanno difesi a spada tratta 😉

  10. “«No, devo guidare» dice lui e nessuno, ma dico nessuno, si insospettisce.”
    Ecco, arrivata qui ho temuto che i vicini chiamassero la neuro per quanto ridevo…
    Fortunatamente devono esser tutti in giro, così ho potuto finire il post! 😀

  11. svizzera

    Lo vedi che ti sei accorto pure tu che la khaleesi esagera in buoni sentimenti? Si è comprata un esercito di “Unsullied” (eunuchi adestrati con metodi disumani e fatti diventare peggio di nacchine da guerra) e ci fosse stata una volta, dico una, che li avesse usati!
    Se c’è una cosa che finora dimostra la saga, forse involontariamente, è che umanità, senso dell’onore ecc, non portano da nessuna parte, meglio che ti ammazzi subito e non ci pensi più. Che cosa avrebbe impedito a Robb, infatti, di sposarsi la cessa, farsi aiutare da zio Waldo e a obiettivo raggiunto sgozzare la sposina e prendersi quell’altra? E alla Khaleesi di fare quello che c’era da fare (leggi violenza efferata) per scrollarsi di dosso i problemi di Meereen e decidersi almeno ad avvicinarsi Westeros? ah ma lei deve pensare a “my children”… strano come questi abbozzi di umanità non contribuiscano affatto, almeno per me, a rendere più simpatici i personaggi che li dimostrano. Sarà che almeno i “cattivi” qualche meta la raggiungono, mentre i “buoni” pedalano senza arrivare da nessuna parte… come la trama.
    Ci si è accorti che tutta la storia mi irrita tremendamente?

    Però… almeno ti ha spinto a due lunghi e straordinari post in due settimane, perciò penso proprio di dover ringraziare G.R.R.M

    • Mentre guardavo l’episodio pensavo proprio che tu mi avevi messo in guardia! E niente, mi sono lasciato trascinare dalla sua beltade e ci ho messo tre stagioni a capire che è una supercippa. Spero sinceramente che si metta a fare qualcosa che vada oltre la collezione di popoli!
      Tanto abbiamo capito che in the game of thrones you are evil or you die. Faceva così, giusto? 🙂

  12. “Magari Sansa no…”
    :mrgreen:

    Fantastico! sia la prima che la seconda parte.
    Daenerys & co. inizio a non sopportarli più: ormai s’è appioppata più titoli lei del papa e si sta dimostrando parecchio incapace.
    Invece, conto ogni aspettativa, Sansa, sotto lord Baelish, mette un po’ di sale in zucca. (sempre scoglionata è, ma un po’ meno del solito)

    La parte della salciccia è stata veramente trash.
    Io sono del team Tyrion, gli Stark portano troppa sfiga. 😛

  13. Houston

    Il perfetto coronamento del post dell’altra volta….!! bellissimo Jon 😉
    Poi Daenerys che “fa volare i Draghi come le Frecce Tricolori a Follonica” rimarrà per sempre nel mio cuore….;-)

  14. “Quello di andare da Walder Frey, in cento spaventapasseri quali sono, a dire ‘scusa tanto se ti abbiamo fregato, ci dai una mano in guerra?’ è un’idea completamente idiota, l’avrebbe capito chiunque. Magari Sansa no, però chiunque altro sì. Se fosse stato lì, Hodor avrebbe urlato «Hodor!» con rabbia – e avrebbe avuto ragione!”

    Bhuahahah
    XD

  15. Grande! Sto ridendo da un quarto d’ora. Non ho visto la puntata, ma ho letto il libro. Paro paro 😀

  16. Valeria

    Premetto che non ho visto la serie né letto i libri, ma questi ultimi due post li dovrebbero usare come messaggi promozionali di Game of Thrones – uniti a quelli delle pellicce di Annabella di Pavia. Mike Bongiorno sarebbe fiero di te!

    • Mike aveva un debole per quegli scaltri pellicciai!
      In effetti il mio era una specie di promo, perché trovo che la serie sia bellissima. Ma non ho idea dei libri quindi è tutto annebbiato comunque!

  17. mario

    la testa non e’ di un cinghiale ma del povero meta lupo!

  18. l'Ingegnere

    Era un po’ che non passavo… cambiato vita nel frattempo.
    Ottimi interventi. Qualcuno (http://nerdapproved.com/wp-content/uploads/2013/02/George-R.-R.-Martin-the-Killer.jpg?cb5e28), però, ha avuto maggiore capacità di sintesi.

    SPOILER. Giusto per rovinare il gusto della prossima serie ai fanatici, Catelyn ritorna dall’oltretomba, e la vecchia Tyrrell fa fuori, assieme alla nipotina, Joffrey alle sue nozze, tanta altra gente muore (ma và?)… ma visti i precedenti ti viene sempre il dubbio che non siano proprio morti morti… e Daenerys non fa una cippa ;-).
    Vado a memoria, è passato un po’ di tempo, ma mi sembra che l’incontro fra Azzurro e Cersei nel libro fosse un po’ più drammatico. Tipo che si accoppiano di fronte al cadavere del figlio.

    Questa spoilerata è una richiesta di vendetta della mia fidanzata che non ha ancora visto la terza serie MA non ha saputo resistere.

    PS: per scrivere fantasy bisogna avere R.R. come iniziali del nome. E’ risaputo.

  19. Ciao Jon, finalmente ho potuto leggere il post, ho terminato ora la terza serie 🙂 ovviamente ho riso come una matta, non avresti potuto fare descrizione migliore, perciò sarò lieta di leggere nuovi post non appena sarà trasmessa la prossima serie.

    PS: nel post precedente chiedevi chi fosse Myrcella; è la sorellina di Joffrey (Cersei e Azzurro hanno tre figli, Joffrey, Myrcella e Tommen). Finora si è vista solo poco, è stata spedita come promessa sposa del principe di casa Martell, quelli che vivono nel deserto, che suppongo salteranno fuori nella serie prima o poi!

    • Grazie per le nuove informazioni: non sono di quelle persone precise che ricorda tutte le dinastie, quindi un ripasso qua e là non può che aiutarmi!
      Mi sono così divertito a scrivere di GOT che penso proprio lo farò ancora, più avanti.
      A prestissimo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...