Salvate il soldato Sam

Oggi parliamo di grandi strategie di guerra. Unica regola: se non avete ancora visto l’episodio 4×09 di Game of Thrones e ne avete intenzione, fermatevi qui perché sto per spoilerare tutto.

Episodio 4×09

Titolo: The Watchers on the Wall
Titolo più onesto: In caso di guerra organizzarsi meglio

Piena depressione alla Barriera, più del solito. Si parla di femmine. Sento aria di pacco. Sam vuole conoscere l’amore carnale per procura e cerca cavilli per conoscerlo direttamente: “sul codice etico c’è scritto che non posso sposarmi né avere figli, ma per resto posso fare un po’ tutto, no?” Mi ricorda Bill Clinton nel ’98.
Seguono lezioni in materia offerte dalla psicologa e sessuologa di Cioè Gianna Neve. Ora che Sam sa che fare il bagno nella Coca Cola non fa da contraccettivo, possiamo forse provare a proteggere seriamente anche sta benedetta Barriera.

I Bruti, nel frattempo, si intrattengono in un delizioso picnic, dove si scambiano gli immancabili racconti intorno al fuoco. E su cosa vertono, questi racconti? Beh sul sesso, naturalmente. Con orsi o con John Snow, comunque è sempre coinvolta molta pelliccia. Qualcuno sputa a terra. La peggiore riunione dei Lupetti sin dalla fondazione degli Scout, se me lo chiedete.

Com’è spumeggiante questo episodio, non si può spiegare.

Intanto, il Maestro Aemon, il vecchiarello cieco per intenderci, narra a Sam la sua giovinezza, in particolare, te pareva, che una volta anche lui era stato innamorato, e sospira:
«Potremmo passare tutta la notte a ricordare gli amori perduti!»
Eh, l’avevo intuito.

Ma la battaglia deve pur iniziare, no? La tensione sale di molto quando Sam dice la sua prima parolaccia. Poi si sente il suono del corno e il gufo-camera dei Bruti rivela che bisogna smettere di rosicchiare rostelle e andare ad assaltare il Castelletto della Mestizia. In proposito, la difesa del castello si sta organizzando un po’ in stile Medioevo, un po’ in stile Pirati dei Caraibi, ma il succo è che hanno meno olio loro del panellaro Nicolino in piazza Matteotti a Mazara. Ma sono comunque tutti ottimisti. Non serve che ve lo dica io, finora non sta succedendo un granché.
C’è un bel discorso tra Sam e Gilly, in compenso, e lei gli dice «Promettimi che non morirai!» che in gameofthronese significa: «Vabbè, è stato bello, addio.»

Tornando alle grandi strategie militari della Barriera, si scopre che il collega di Sam non ha mai usato un’arma in vita sua. Ma che cavolo fate dalla mattina alla sera in quel posto, a parte deprimervi? Me lo dovete dire.

Forse arriva l’azione, però: Ygritte è tornata dalla ricognizione e dice che i Corvi sono quasi tutti in alto! E pensa, amica mia, che quelli sono un po’ tutti i Corvi esistenti.E poi arrivano i Mammut, i Mammut! San Piero Angela, sembra Quark! Comincio ad essere interessato.

Abbiamo la conferma definitiva che i Corvi sono dei grandissimi incompetenti.
«Hai colpito qualcuno?»
«No.»
Direi che moriranno tutti stasera, ma siccome non stanno simpatici a nessuno mi sa che non è affatto scontato.

Siamo a metà della guerra e comincia a sbrodolarsi sangue, ma, cosa più importante, si rivedono quei bellissimi Mammut.

«Nessuna discipilina, nessun ordine» si lamentano su alla Barriera. E non stanno parlando di loro stessi, ci credete?!

C’è il primo impalato della serata, qualche carotide esposta, un occhio infilzato. Segue lotta con il pentolame. I Bruti sono di ottimo umore. Da un Mammut scende un gigante e ciò ci fa capire che non è Quark, ma Voyager. Ora si spiega l’aria di pacco che tirava all’inizio.
Si dà il via all’operazione: Almeno salviamo il cancello. Il bambino ascensorista è troppo traumatizzato per dare retta a qualcuno. Jon Snow, io lo so che giocare a Risiko tutti i pomeriggi in quell’oratorio per uomini desolati ti ha fatto immaginare di sapere qualcosa di strategia, ma se continuate così rimane solo il cancello.

Ygritte, che dice di voler uccidere Jon ma noi sappiamo che non è vero, finalmente lo scorge e si esibisce in una capriola inutile ma molto, molto bella a vedersi. Brava Ygritte, dopo i Mammut sei la mia preferita quest’oggi. E infatti quello stupido ascensorista bambino la fa fuori in un colpo solo. Avevo appena finito di pensare che mi piaceva, ma come fa signor Martin? A questo punto tentiamo il tutto per tutto: MI PIACE TANTISSIMO STANNIS.

I Corvi hanno vinto. I capelli di Jon Snow non sono mai stati così spenti e opachi.
Si rivolge a Sam.
«Apri il cancello per farmi uscire e richiudilo una volta che sono fuori.»
È il principio dei cancelli, Jon, mo’ che hai vinto per combinazione non dare ordini inutili a destra e a manca. E soprattutto, ora che te ne vai con in testa il peggior piano mai sentito, promettici che non morirai.

Annunci

8 commenti

Archiviato in Film e Telefilm, Game of Thrones

8 risposte a “Salvate il soldato Sam

  1. La Barriera non piace a nessuno, c’è da poco da fare. Però la battaglia è scivolata via pure troppo in fretta, nonostante i bruti non siano mai stati eccellenti strateghi (anzi…) e i corvi che sembravano l’armata brancaleone. Menzione d’onore, per la mega falce trollonica che sbuca dal ghiaccio: mi è piaciuta molto. Pacchiana, certo, ma in quel momento non ho potuto fare a meno di esclamare un bel “HELL YEAH!”
    E quella carogna di Alliser Thorne? Finalmente ha fatto vedere che non fa il duro soltanto a parole, e contro Tormund (uno dei bruti più forti in assoluto) l’ha dimostrato pienamente.
    L’unica cosa che non mi è andata giù è stata la morte di Ygritte con Jon Slow (motion) che l’abbraccia. Sembrava una scena di Candy Candy, ci mancavano soltanto i fiorellini e le stelline sbrilluccicose tutto intorno.
    Nei libri lui la trova già morta, a battaglia finita, che era molto più sensato, ma evidentemente gli sceneggiatori sono dei gran romanticoni. Purtroppo.
    Io però una cosa la voglio dire in favore dell’attore che fa Jon: a recitare è un cane, però quando si tratta di muoversi con una spada in mano è davvero molto bravo.
    Ah, parlando di cani, ovviamente a Ghost va il premio “miglior scena scalciaculi nel minor tempo possibile”
    Ghost sul trono!

  2. Visto che manca ancora un episodio voglio vedere quanto gli SceMeggiatori riescono a peggiorare la trama del Vecchio Demente.
    Il problema, mio caro Jonlooker, è che davvero alla fine ci troveremo l’UltimodegliHighlander alias quel Simpaticone laico e liberale di Stannis Baratheon seduto sul Trono di Spade magari impalmato a Miss Sopracciglia 2014 alias Daenerys Targaryen?
    Chiederei ai bookmakers inglesi………………..

  3. Houston

    Ah…ah….quante risate Jon !! e menomale perchè come al solito GOT non è che metta tutto di stò buon umore…!! direi puntata pacco alla grande ! Non ho ben capito cosa volesse fare il sig. Martin…una scena di battaglia di massa in stile Lord of the Rings !? beh…non ci siamo ! Trascurando la prima mezzora di sproloqui sul sesso nelle terre del nord..oltre la civiltà e soprattutto l’igiene, poi il tutto si è ridotto ad una mega rissa da bar ! I corvi che veramente non so proprio come si passino il tempo lassù…cioè…voglio dire…vivi al confine dei regni a fare da barriera contro un popolo assetato di sangue…almeno una spada la prenderai in mano…almeno per vedere che effetto fa…beh…a quanto sembra no !! I Bruti poi non ne parliamo…siete 100.000 unità..perchè mandate uno sparuto drappello a conquistare il castello e tutti gli altri ad infrangersi sulla Barriera…?! dividetevi no ?!
    ah…ah…. “ma il succo è che hanno meno olio loro del panellaro Nicolino in piazza Matteotti a Mazara” mi ha fatto morire…conosco il posto !!!;-)
    Chiudiamo parlando del magnifico piano di Snow di andare ad accoppare il Boss supremo dei Bruti…da solo…e giustamente prima di uscire consegna la spada dicendo: “che non la perda…meglio se la tieni tu”…! promette bene questo piano…

  4. la psicologa Giovanna Neve! Non farmi ridere mentre bevo che mi strozzo con una sorsata. Trovo però una lieve (neanche tanto) differenza tra Jon e Candy: Candy è una portatrice (in)sana di sfiga cosmica, dove passa lei la gente o si rovina o muore che manco Jessica Fletcher riuscirebbe a starle anche a solo tre lunghezze di distacco; Giovannino Libera&Bella invece parte col vantaggio della sfiga familiare Stark ma se la tira quasi sempre sui piedi: i morti attorno a lui gli creano solo dei danni, non è come Candy che usciva dalla fossa comune intonsa e linda come un fiore di loto dall’acquitrino

    La cosa meravigliosa è il vero motivo delle mosse di Mance, che nessuno sa a parte lui, e che non ti posso spoilerare… ma quando lo scoprirai prevedo ti scatterà un post ad hoc.

  5. “A questo punto tentiamo il tutto per tutto: MI PIACE TANTISSIMO STANNIS.”
    Sai che qui Martin invece t’ha preso in parola (quest’anno non mi spoileri, perchè questa serie non l’ho ancora vista… ma nel frattempo ho letto tutti i libri che sono usciti!)? 😉

  6. P. S.: con la tua teoria del “mi piace tantissimo” provia focalizzarti sulle due più grandi stracciapalle di Westeros, Cersei e la moglie di Stannis?

  7. svizzera

    Non entro assolutamente in merito, evito la serie come la peste e i libri mi hanno deluso tanto che ho dimenticato i particolari alla velocità della luce, ma… devo proprio ringraziare l’infame serie per la frequenza con cui ti fa postare.
    Però.. dimmi… che è il pacco? Chiedo perdono, sono emigrata da trent’anni, forse è per questo.
    Mi prometti che commenti anche la prossima puntata?

  8. Sto recuperando la serie nel giro di tre giorni, per fortuna questa era una puntata noiosa, non ho ancora superato la morte di Oberyn (e ancora non c’è stata quella di Tyrion) 😀
    Beh, almeno Sam è stato di parola, non è morto!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...